Home News Mentalità green, come il mondo si sta adeguando al cambiamento climatico

Mentalità green, come il mondo si sta adeguando al cambiamento climatico

CONDIVIDI

La mentalità green sta dilagando in tutta Europa, dopo che per decenni è stata solo una materia d’interesse per gli addetti ai lavori o per qualche persona considerata esaltata. Oggi invece la realtà del cambiamento climatico ci colpisce in faccia, dobbiamo rivedere anche alcuni metodi divulgativi della cultura green

Mentalità green
Mentalità green

La mentalità green è stata considerata dagli anni ’60 come una visione estrema, poco convincente. Oggi grazie all’onda verde scatenata dai giovanissimi ma soprattutto dopo i disastri ambientali che stanno colpendo il mondo, la fascia di popolazione consapevole sta aumentando. Ecco alcuni consigli per modernizzare il nostro approccio green

Cura l’alimentazione ed evita gli sprechi

Nelle società occidentali, lo spreco alimentare è una vera e propria piaga. Dobbiamo muoverci tutti, per ridurlo, partendo da acquisti consapevoli e solo di quello di cui abbiamo realmente bisogno. Dobbiamo tornare ad acquistare prodotti stagionali, acquistare prodotti a km 0 e se possibile, prodotti BIO.

Prodotti che sono fuori stagione o sono prodotti in serra o più probabilmente, sono prodotti all’estero. Questi lunghi viaggi che devono affrontare, ovviamente producono forte inquinamento.
Non sprecate l’acqua, utilizzate soltanto quella che vi serve ricordate che è un bene prezioso.

Comprate solo quello di cui avete realmente bisogno

Non dovete assolutamente basarvi sul consumismo becero. Non dovete assolutamente cedere alle pubblicità martellanti che ci fanno sentire esclusivamente insoddisfatti di ciò che abbiamo e la falsa sensazione di felicità che arriva dall’acquisto di un prodotto nuovo. Se al contrario torniamo ad acquistare solo ciò di cui abbiamo bisogno, ridurremo gli sprechi, l’inquinamento e potremo riciclare maggiormente. Ovviamente risparmieremo molto denaro.

Aumentare maggiormente i mezzi pubblici

Escluso l’aereo, sarebbe meglio servirsi di mezzi pubblici come autobus, metropolitana e treno oppure bici se vogliamo un mezzo di trasporto personale. Esistono delle interessanti agevolazioni fiscali per i pendolari e studenti nel nostro paese.

Non fumare e non drogarsi

Forse non ci pensiamo, ma il tabacco, marijuana, la coca e altri tipi di droghe, hanno bisogno che la materia prima dalle quali provengono, devono essere coltivate. Questo porta ad una sottrazione dei terreni, sfruttamento dei lavoratori fatto da criminali e mafie. Inoltre, si inquina moltissimo, basti pensare alla cocaina.

Si parte dalle foglie di coca e con un lunghissimo procedimento chimico, si ottiene la sostanza stupefacente. Ovviamente le sostanze vengono smaltite semplicemente buttandole nel primo corso d’acqua, spesso si tratta d’idrocarburi come benzene, toluene, ecc.

Evitate la plastica, confezioni monouso e prodotti con troppi imballi

Dovremmo cercare di ridurre i nostri consumi e lo possiamo fare prendendo prodotti riutilizzabili, non fatti di plastica. Sarebbe interessante utilizzare detersivi alla spina, che ci permette di ridurre il consumo di bottiglie di plastica e spesso sono biologici ed ecologici. Se proprio non potete fare a meno di buste, piatti e bicchieri, cerchiamo quelli compostabili.

Scegliamo elettrodomestici ecologici

Scegliamo gli elettrodomestici nella miglior classe energetica possibile, accendendoli solo se necessario. Per esempio, non ha senso accendere l’aria condizionata di notte, apriamo le finestre. Nello stesso modo, se stiamo arieggiando d’inverno, non ha senso accendere il riscaldamento. Altra idea, potrebbe essere installare dei pannelli fotovoltaici.

Educhiamo i nostri figli

Le future generazioni vanno educate dando loro il buon esempio. Spieghiamo loro le regole appena spiegate, passate molto tempo con loro, assicurandovi che comprendano il perché di alcune di esse, che possono essere vissute come una forte restrizione. Crescendo, capiranno il perché di molte scelte.