Home News Marocco, giovane turista italiana trovata morta in spiaggia: l’ipotesi scioccante

Marocco, giovane turista italiana trovata morta in spiaggia: l’ipotesi scioccante

CONDIVIDI

Giovane turista italiana trovata morta in spiaggia in Marocco. Indagini in corso della Polizia. A dare l’allarme l’amico che era con lei

marocco

Una turista 30enne italiana trovata morta in Marocco: cosa le è accaduto?

Turista italiana morta in Marocco

Il corpo senza vita di una giovane turista italiana è stato trovato sulla spiaggia di Bouthala, in Marocco.

La ragazza era scomparsa da 24 ore circa quando è stato fatto il tragico ritrovamento. Come riporta anche Tgcom24, la giovane era in Marocco, per trascorrere le vacanze natalizie in camper con un amico del posto.

È stato proprio il ragazzo a lanciare l’allarme, quando non ha visto l’amica rientrare nel camper.

La polizia ha immediatamente avviato le ricerche della giovane e dopo appena 24 ore si è scoperto il tragico epilogo. La gendarmeria marocchina ha ritrovato il corpo senza vita di Eva Valerio, 30enne originaria di Thiene, in provincia di Vicenza.

Ipotesi choc della Polizia

Il ragazzo, amico di Eva Valerio, che ne ha denunciato la scomparsa è sotto interrogatorio e sul corpo della giovane è stata disposta l’autopsia.

La prima ipotesi della Polizia è che la giovane vicentina sia deceduta per annegamento. A comunicare quanto supposto dalla Gendarmeria è stato il sindaco di Thiene, Giovanni Casarotto.

Il primo cittadino ha anche precisato che le autorità marocchine stanno effettuando ulteriori indagini e che soltanto l’autopsia potrà fornire dettagli concreti sulla dinamica e la causa del decesso della giovane turista.

La ragazza viveva a Montecchio Precalcino, un piccolo paese in provincia di Vicenza, al confine con Thiene, dove nel pomeriggio di ieri si sono recati i Carabinieri per informare la famiglia della giovane di quanto le era accaduto.

Eva Valerio aveva deciso di trascorrere le festività natalizie in Marocco, insieme ad un amico originario del posto. I due alloggiavano in un camper ed è stato proprio il mancato rientro della 30enne ad insospettire il ragazzo.