Home Cronaca Minorenni violentati in cambio di droga: scattano le manette per un commerciante...

Minorenni violentati in cambio di droga: scattano le manette per un commerciante di Saronno

CONDIVIDI

Ennesima vicenda di cronaca legata al maltrattamento dei minori. Arrestato un commerciante di Saronno: che cosa è accaduto?

Minorenni violentati in cambio di droga: scattano le manette per un commerciante di Saronno

Maltrattamento su minori a Saronno, dove venivano violentati in cambio di droga da parte di un commerciante, ora in manette.

Ragazzini violentati per droga a Saronno

Sono scattate le manette per un commerciante di 49 anni, già noto ai Carabinieri, per adescamento di minore e richiesta di prestazioni in cambio di droga.

Il commerciante convinceva i ragazzini ad andare a casa sua per ottenere della marijuana in cambio di rapporti intimi: l’uomo è stato arrestato ieri 6 maggio con accusa di spaccio e stupro.

L’uomo era noto a Saronno per essere un commerciante con un negozio di abbigliamento e accessori. Da circa tre anni abusava di ragazzini di età tra i 14 e i 18 anni all’interno del suo appartamento con la scusa di vendere loro della droga. Un iter utilizzato nel tempo e sempre con lo stessa modalità: le giovani vittime si presentavano in negozio come clienti e poi dopo averli conosciuti invitava loro a casa per vendere della marijuana.

I ragazzini si recavano quindi a casa dell’uomo – come descrive anche FanPage – e una volta ottenuta la parte della sostanza stupefacente richiesta, lo stesso chiedeva una modalità di pagamento particolare e non in soldi. Per ottenere il rapporto intimo, l’uomo faceva leva sulle difficoltà economiche dei ragazzini o sui debiti accumulati nel tempo.

La denuncia e l’arresto

Il commerciante era già noto alle forze dell’ordine per essere stato arrestato nel 2018 per detenzione di sostanze stupefacenti. Grazie alle indagini e al racconto di alcuni ragazzini abusati dall’uomo è stato nuovamente arrestato. L’uomo dovrà rispondere di 23 capi di imputazione tra spaccio, pedopornografia, stupro e induzione alla prostituzione minorile.