Home Spettacolo “Purtroppo c’è stato un incidente sul palco.. ”: Laura Pausini piange la...

“Purtroppo c’è stato un incidente sul palco.. ”: Laura Pausini piange la morte di Matteo

CONDIVIDI

Laura Pausini piange la morte del suo collaboratore, Matteo: le parole dell’artista nella sua intervista a programma radiofonico I Lunatici su Rai Radio2

Laura Pausini piange
Laura Pausini

Laura Pausini è senz’altro una delle cantanti più amata del panorama della musica italiana. Il suo successo ha travalicato i confini nazionali, diventando famosa in tutto il mondo. I suoi concerti sono sempre sold out, proprio come quello del 2012 dove ha perso la vita Matteo, fan della cantante di Faenza.

Laura Pausini, dolore per la morte del suo fan

Nella sua ultima intervista rilasciata al programma radiofonico de I Lunatici di Rai Radio2, Laura Pausini non ha potuto non menzionare uno dei momenti più difficili della sua lunga carriera. Nel 2012, durante un suo concerto a Reggio Calabria, ha perso la vita un giovane collaboratore di Laura Pausini, Matteo. Dopo quella triste vicenda, la cantante ha preso la scelto di abbandonare le scene.

Già sono passati sette anni circa, dalla morte del suo fan. Nel 2012, a causa di un incidente sul palcoscenico è scomparso Matteo, un ragazzo che lavorava con la troupe della cantante.  Un momento particolarmente duro per Laura Pausini, tanto di aver anche pensato di lasciare per sempre il mondo della musica. La cantante, ha poi confessato che da allora non è più tornata in Calabria.

Le parole della cantante a Rai Radio2

Tra le lacrime, l’artista ha raccontato quanto successo quel tragico giorno:

«Il momento più difficile è stato nel 2012. Purtroppo c’è stato un incidente sul palcoscenico a Reggio Calabria ed è scomparso un ragazzo, Matteo, che lavorava con noi.>

Laura Pausini ha parlato a cuore aperto anche del suo stato d’animo dopo il tragico incidente in cui ha perso la vita Matteo:

“Per me è stato scioccante, avevo deciso che non avrei più voluto fare questo mestiere. Sono andata a parlare con delle persone che mi hanno aiutato nel corso dei mesi a riprendere.”