Home Spettacolo Io e Te, il crollo di Filippo Bisciglia: dramma mai superato, si...

Io e Te, il crollo di Filippo Bisciglia: dramma mai superato, si commuovono tutti

CONDIVIDI

Tempo di toccanti confessioni per Filippo Bisciglia, ospite dell’ultima puntata di Io e Te, il talk pomeridiano in onda su Rai Uno. Bisciglia snocciola i dettagli della sua patologia e il pubblico si commuove.

Filippo Bisciglia nello studio di “Io e Te”

Lacrime amare per Filippo Bisciglia. Siamo a Io e Te, l’ultima puntata in onda su Rai Uno. In studio arriva l’ex gieffino e storico conduttore di Temptation Island. Il quarantatreenne romano parla della sua malattia e scoppia a piangere.

Già, Filippo Bisciglia ripercorre il dramma della malattia che l’ha colpito in tenera età e non riesce a trattenere le lacrime. Una commozione che deriva da un ricordo straziante.

Io e Te, lo struggente racconto di Filippo Bisciglia: il doloroso passo indietro

Nel salottino di Io e Te si raggiunge l’apice del pathos quando l’ex gieffino e conduttore Mediaset si sbottona senza censure e rivela ciò che in pochi sapevano:

“Da piccolo sono stato male, ho avuto il morbo di Perthes, un problema importante all’anca. Sono stato fermo sei mesi con una gamba, altri sei con l’altra e questo per un bambino è difficile. Secondo me questo mi ha formato il carattere perché io oggi affronto tutto al massimo. Un bambino che non può camminare per due anni inevitabilmente ne risente, ti forma il carattere”

Un Filippo Bisciglia inedito, a cuore aperto. Il pupillo di Maria De Filippi si è raccontato a ruota libera e ha parlato della sua odissea infantile. La reazione avuta nello studio di Pierluigi Diaco ha dimostrato che il suo calvario è stato arduo da superare.

L’intervista a Filippo Bisciglia emoziona il pubblico di Io e Te

Com’era prevedibile, lo sfogo di Filippo Bisciglia ha sensibilizzato i telespettatori di Rai Uno. Alcuni utenti del social network Twitter hanno commentato l’intervista scrivendo:

“Quando la bella televisione si coniuga alla buona educazione, alla sensibilità, alla gentilezza, alla tenerezza, al sentimento. Stupenda intervista del sempre più bravo Pierluigi Diaco a Filippo Bisciglia”