Home News “Io che non posso perdonare papà” il dramma a casa Bertè

“Io che non posso perdonare papà” il dramma a casa Bertè

CONDIVIDI

“Io sono MIa” un film di successo che ha riportato alla ribalta delle cronache la vita della straordinaria cantante Mia Martini.

Tante persone sono intervenute per parlare della cantante calabrese morta  a Cardano al Campo per un infarto. Oggi è ha voluto rilasciare un’intervista anche la sorella Loredana, che la settimana scorsa si è classificata quarta a Sanremo: “Speravo di vincere anche per riscattare mia sorella Mimì”.

Loredana Bertè è rimasta molto delusa dall’esito del recente Festival della canzone italiana. La donna, che ora ha 68 anni,  ha fatto sapere al Corriere della Sera di aver creduto in qualcosa di più  ma parla soprattutto della Sorella, nella settimana della fiction-trionfo Io sono Mia.

“Ecco dove ricordo la mia Mimì”

Loredana Bertè umiliata rompe il silenzio: "Grazie Rita, tu e Frizzi mi avete dato forza"
Loredana Bertè

“La ricordo nei nostri viaggi in autostop, nei tantissimi concerti che abbiamo visto insieme, nelle scorribande notturne in cerca di gloria. Mimì era una donna molto intelligente e sensibile. Era lei la vera pazza tra di noi. Mi manca disperatamente, tutti i giorni della mia vita”. Restano le fratture familiari: “Mio padre? Io non perdono; cancello. Non ho nulla a che spartire nemmeno con le altre sorelle da quasi cinquant’anni. È un tacito accordo. La mia famiglia era Mimì”.