Home Cronaca Messina, Giuseppe Milone muore a 17 anni travolto da un camion: era...

Messina, Giuseppe Milone muore a 17 anni travolto da un camion: era una promessa del ciclismo

CONDIVIDI

Il ragazzo, originario di Barcellona Pozzo di Gotto, faceva parte del ‘Team Nibali’. Stessa drammatica sorte alla squadra era capitata 5 anni fa a Rosario Costa, 14 anni, travolto da un camion durante un allenamento.

morto giuseppe milone

Giuseppe era stato il più giovane di sempre a raggiungere la vetta dell’Etna.

La morte di Giuseppe Milone

Un drammatico incidente, costato la vita ad un ragazzo di 17 anni, quello avvenuto lo scorso martedì sera a Gualtieri Sicaminò, nel Messinese.

La vittima è Giuseppe Milone, promessa del ciclismo. Il ragazzo si stava allenando in sella alla sua bici quando è stato travolto da un mezzo pesante.

Milone faceva parte del «Team Nibali», la squadra che il vincitore siciliano del Tour e di due Giri ha in Sicilia.

Il 15 maggio di 5 anni fa il team aveva affrontato un’altra grave perdita con la morte di Rosario Costa, 14 anni, anche lui travolto da un camion mentre si allenava.

Chi era Giuseppe Milone

Mentre si cerca di chiarire la dinamica del drammatico incidente costato la vita a Giuseppe Milone, resta il ricordo di una giovane promessa del ciclismo.

Il 17enne era stato infatti il più giovane ciclista a scalare il vulcano in mountain bike, tanto da vincere il titolo di re dell’Etna.

““Ci piace ricordare i suoi sogni, ci piace ricordare l’intensità dei suoi occhi quando scopriva nuovi luoghi, ci piace ricordare il suo sorriso ogni volta che saltavi in sella. Ci piace pensare che i suoi sogni vivranno nei nostri cuori. Sei stato esempio di vita e di coraggio per chi ti ha amato e per chi ti ha conosciuto. Ciao, Giuseppe”

si legge nella pagina del Team Nibali.

Secondo le prime ricostruzioni dell’incidente, Giuseppe sarebbe finito contro un mezzo pesante in una zona in cui ci sono dei lavori in corso.

Nonostante gli immediati soccorsi, per il giovane ciclista non c’è stato nulla da fare.