Home Cronaca Si schianta con l’auto mentre accompagna il figlio piccolo in ospedale: giovane...

Si schianta con l’auto mentre accompagna il figlio piccolo in ospedale: giovane papà in fin di vita

CONDIVIDI

Con lui c’erano anche il bambino e la moglie. La vettura si è schiantata contro alcune auto parcheggiate.

incidente Melito Angelo Marrone fin di vita

Lo schianto è avvenuto all’alba del 1° gennaio.

Il drammatico incidente

Una folle corsa verso il pronto soccorso dell’ospedale Cardarelli di Napoli, perché suo figlio di 6 anni aveva accusato un malore.

Suo papà si è messo in auto, insieme al bambino e alla moglie, cercando di arrivare il prima possibile in ospedale.

Quella corsa però si è trasformata in un incubo ancora peggiore per Angelo Marrone, 31enne di Melito, periferia di Napoli.

L’uomo si è schiantato con l’auto contro 4 vetture parcheggiate a Chiaiano. Nel tentativo di sorpassare una vettura, il giovane papà ha perso il controllo della sua auto, complice anche l’asfalto bagnato, ed ha terminato la sua corsa contro le auto parcheggiate.

L’incidente è avvenuto tra Santa Maria a Cubito, tra il quartiere di Chiaiano e il vicino comune di Marano.

Papà ricoverato in fin di vita

Un impatto terribile, che ha reso necessario l’intervento dei sanitari del 118. Angelo Marrone è stato trasferito all’ospedale Cardarelli di Napoli, il bambino al Santobono.

Le condizioni del 31enne sono gravissime. Stando ad una prima ricostruzione dei fatti, il giovane papà non indossava la cintura di sicurezza e nell’impatto con le auto è stato scaraventato nel vetro del lunotto anteriore.

Il bambino e la madre hanno riportato ferite lievi e sono stati giudicati guaribili nel giro di pochi giorni.

In apprensione per il giovane papà l’intera comunità di Melito, dove la famiglia vive.

“Sei un ragazzo pieno di vita. Ce la devi fare amico mio, ti prego. Io ho bisogno di te. Delle nostre risate insieme. Delle nostre chiacchierate insieme”

si legge in uno dei tanti messaggi lasciati dagli amici di Angelo sulla sua bacheca Facebook.