Home News Green Friday, ecco la risposta ambientalista al Black Friday

Green Friday, ecco la risposta ambientalista al Black Friday

CONDIVIDI

Per boicottare in Francia il Black Friday, è nato il Green Friday, una serie d’iniziative che vogliono responsabilizzare il consumatore che acquista

Green Friday
Green Friday

In Francia il movimento del Green Friday è nato nel 2017 e mirra a boicottare tra le altre cose il Black Friday. Si tratta della giornata che in America segue i giorno del ringraziamento, ricca di sconti in vista del Natale. Si vuole sensibilizzare sul tema del consumismo sfrenato, spingendo nel dare un impulso all’economia circolare. Siamo alla terza edizione di questa manifestazione che è riuscita a coinvolgere 200 aziende e oltre 450 brand.

Sensibilizzare e portare a boiottare l’economia consumistica

Si desidera ridurre il consumismo sfrenato e totalmente irresponsabile che caratterizza quella giornata. Il green Friday inizialmente poteva contare su poche adesioni, oggi al contrario può vantare una rete capillare su tutto il territorio. Sul sito possiamo leggere

“Per il 2019 abbiamo raggiunto 200 adesioni di imprese e associazioni. […] unisciti anche tu al lato verde della forza!”

Possiamo leggere nel sito dell’iniziativa che tra gli obiettivi che vengono promossi dalla giornata è il rendere consapevole ogni consumatore che ogni acquisto ha degli impatti sull’ambiente. Si desidera sensibilizzare i cittadini, ad

“un consumo più responsabile e non colpevolizzarli assolutamente”

Per spingere a scelte consapevoli, le aziende che aderiscono al green Friday, non faranno sconti ai propri clienti durante la giornata del Black Friday. Inoltre, il 10% del loro fatturato sarà devoluto dal collettivo Green Friday a 4 associazioni che quest’anno sono:

  • Hop associazione che si batte contro l’obsolescenza programmata
  • Zero Waste France che si occupa della promozione della transizione ecologica a zero rifiuti
  • Ethique sur l’etiquette contro lo sfruttamento dei lavoratori del terzo mondo
  • Friends of the Earth un network d’organizzazioni ambientaliste.

Tra le iniziative, possiamo trovare moltissimi workshop ovviamente aperti al pubblico. Per agevolare il raggiungimento dei vari eventi, si sono create delle mappe interattive.