Home Spettacolo Ginevra Lamborghini con la gonna inguinale batte la sorella Elettra: ‘Sensualissima!’

Ginevra Lamborghini con la gonna inguinale batte la sorella Elettra: ‘Sensualissima!’

CONDIVIDI

Ginevra Lamborghini, sorella della cantante Elettra, ha postato uno scatto sui social che ha fatto impazzire i fan: gonna cortissima e gambe in vista.

Elettra Lamborghini ha una sorella bella, proprio come lei. Parliamo di Ginevra Lamborghini che, con il suo ultimo scatto su Instagram, ha fatto impazzire i fan.

Ginevra Lamborghini super sexy con la gonna

Nella sua ultima story sul popolare social network, infatti, la ragazza ha postato una foto in cui mostra cosa indossa.

La minigonna e le gambe in bella vista hanno scatenato i seguaci che hanno visualizzato la sua storia.

Ginevra Lamborghini, la gonna corta che ha fatto impazzire il web

Gonna corta e gambe in mostra: questo è lo scatto che ha mostrato Ginevra Lamborghini ai fan in una delle sue story su Instagram.

Capelli biondo platino che le attorniano il volto, trucco semplice e nude e la minigonna inguinale che ha fatto andare in visibilio i suoi follower.


Un outfit completato da una camicia bianca, arrotolata sulle braccia, che mostra anche il tatuaggio della giovane.

Ginevra ed Elettra, due sorelle diverse

Givevra ed Elettra, seppur sorelle, hanno un look totalmente diverso.

Elettra, come ricorderete, è più eccentrica, colorata, dal trucco più strong e dagli abiti più provocanti, mentre Ginevra opta per una mise minimale, semplice ma di grande effetto.

Le due, pare, non vadano molto d’accordo. Ciò sarebbe avvalorato anche dal fatto che Ginevra non ha preso parte al matrimonio della sorella.

In una recente intervista che Ginevra ha rilasciato a Fanpage.it in merito a questo spigoloso argomento, ha rivelato quanto segue:

Come in tutte le famiglie ci sono le sorelle e i fratelli che bisticciano, però le voglio bene e le auguro il meglio”. 

Elettra ha sposato Afrojack, mediante una meravigliosa cerimonia che si è tenuta a Villa Balbiano, sul Lago di Como e, alla quale, mancava – appunto – la congiunta.