Home Spettacolo ‘Soffro di atrofia muscolare’: Flavio Insinna crolla in diretta

‘Soffro di atrofia muscolare’: Flavio Insinna crolla in diretta

CONDIVIDI

Il noto conduttore de L’Eredità ha voluto rendere partecipe tutto il pubblico: la lettera letta da Flavio Insinna commuove i telespettatori.

Delle parole che hanno commosso tutti i telespettatori. Flavio Insinna ha mostrato una sensibilità fuori dal comune e ha scelto di leggere in diretta delle parole molto commoventi.

Flavio Insinna commosso
Spesso il conduttore de L’Eredità è stato accusato di avere un animo troppo irruento, per via di alcuni filmati diventati virali dopo la diffusione televisiva da parte di Striscia La Notizia. Ieri però ha dato prova del fatto che le sue sfaccettature caratteriali sono in gran parte molto nobili.

Flavio Insinna, le parole che commuovono il pubblico

Il presentatore romano si è commosso e ha commosso tutti leggendo quelle parole. Flavio Insinna è, infatti, solito leggere le lettere che gli inviano, da tutta l’Italia e oltre, i suoi fan. Questa volta ha colpito nel segno leggendo una lettera piuttosto struggente.

Prima di partire con il gioco dell’Eredità, il conduttore ha letto una lettera inviatagli da un ragazzo affetto da atrofia muscolare. Queste le parole che ha usato il conduttore nel leggere la lettera:

“Tutto quello che ci mandate è prezioso, ma stasera questa lettera e questa foto lo sono ancora di più”

Flavio ha anche specificato che il telespettatore che gli ha scritto vive in Svizzera e al pubblico mostra anche la sua foto.

Flavio colpito dalle parole del suo fan svizzero

Il conduttore ha voluto leggere la lettera in pubblico per mostrare a tutti con quanto calore la gente gli scrive e quanto affetto provano i telespettatori, anche oltre l’Italia, per il suo programma. Queste le parole del ragazzo:

“Flavio, ti scrivo dalla Svizzera Soffro di atrofia muscolare. Voglio ringraziarvi perché ogni anno sostenete Telethon, grazie al quale ho una cura per la mia malattia”.

Flavio ha poi voluto rigirare i complimenti allo stesso pubblico che con la loro fedeltà sostiene il programma:

“Io questi ringraziamenti li giro a tutti voi, alla famiglia de L’Eredità, che siete voi che ci seguite da casa”

Tra l’altro è proprio la gente da casa che sostiene iniziative di beneficenza come quella di cui ha parlato il ragazzo svizzero:

“Ogni volta che vi chiediamo una mano per sostenere le campagne di raccolta fondi, non ce ne date una, ce ne date un miliardo!”

Parole che sicuramente hanno fatto tanto piacere ai tantissimi telespettatori di Rai1.