Home News Fiume Sarno: nuovi sequestri dopo gli scarichi abusivi

Fiume Sarno: nuovi sequestri dopo gli scarichi abusivi

CONDIVIDI

Nuove azioni contro le aziende che non hanno rispettato le normative. La gioia del ministro dell’Ambiente Sergio Costa condiviso su Facebook.

fiume sarno sequestri

Abbiamo parlato del caso del Fiume Sarno. Durante il periodo di lockdown le sue acque erano tornate limpide e pulite. Uno degli strani effetti di quel periodo di blocco per contenere l’infezione. La pace però è durata ben poco, dato che non appena si è passati alla fase 2 il fiume è tornato molto sporco ed inquinato.

Le due aziende interessate

Le aziende una volta che hanno riaperto, hanno ripreso a scaricare i loro scarti spesso velenosi direttamente nel fiume senza utilizzare alcun tipo di depuratore.

Una prima serie di sequestri è già stata fatta nella città in provincia di Salerno ed ora una seconda serie di provvedimenti è stata notificata. Questa volta interessata è stata un’azienda conserviera che scaricava in modo illegale le acque reflue prodotte dall’attività industriale.

L’azienda si trova sempre nel salernitano e più precisamente a Scafati, che è proprio a ridosso del bacino fluviale. Il fiume si getta in mare e l’inquinamento raggiunge direttamente la costa con effetti spettacolari.

Una seconda azienda che si trova sempre a Scafati era arrivata ad installare delle condutture che arrivavano direttamente al Sarno, aggirando le condutture per la gestione degli scarichi reflui.

I provvedimenti presi per contenere il problema

A scoprire questi fatti sono stati i Carabinieri del nucleo investigativo ambientale dopo un’accurata indagine ed ora l’intera area è sottoposta a sequestro.

La zona è abbastanza vasta ed occupa 2.400 metri quadri. I responsabili delle due aziende coinvolte sono stati denunciati. Un forte segnale, chi inquina ne deve rispondere ed è il solo modo per spingere ad una maggior tutela ambientale.

Si dice contento della cosa il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa, dandone annuncio con un post sulla sua bacheca Facebook:

La lotta contro l'illegalità non si ferma. Altri sequestri lungo il fiume Sarno. Siamo a Scafati, nel salernitano e…

Pubblicato da Sergio Costa su Venerdì 14 agosto 2020