Home News Fase due regione per regione, cosa ne pensano i governatori?

Fase due regione per regione, cosa ne pensano i governatori?

CONDIVIDI

Se da domani scatta la fase due con le regole a livello nazionale, cosa ne pensano i Governatori Regione per Regione?

Fase due regione per regione, cosa ne pensano i governatori?

Fase due in proncinto di partire da domani 4 maggio con le regole nazionali. Ma i Governatori delle varie Regioni non concordano e hanno deciso di modificare qualche punto.

Le ordinanze Regione per Regione

Sono state elencate quelle che sono le regole a livello nazionale, ma i Governatori di ogni Regione hanno delineato alcune ordinanze con punti differenti e modificati.

Leggi anche: Fase due, le regole a livello nazionale dal 4 maggio 2020

Come si evince da Repubblica e TgCom24, le ordinanze per alcune regioni italiane sembrano aver subito qualche cambiamento.

Lombardia

Confermata la riapertura dei parchi con il divieto di assembramento, non si potranno utilizzare le attrezzature sportive e le aree gioco e bisognerà rispettare il distanziamento di almeno un metro da persona a persona.

Liguria

Giovanni Toti, Governatore della Liguria, mette sul tavolo l’ipotesi di poter consentire ad un numero di persone molto limitato l’uso della barca e di poter lasciare il comune. Non solo:

“di poter fare acquisti e spostarsi in macchina per andare a fare sport”

La data dell’11 maggio è invece da segnare sul calendario per la riapertura di parrucchiere – estetista e ristornati. La città di Genova ha dato la conferma invece per l’apertura dei parchi, spiagge e consente le passeggiate al mare.

Piemonte

Da domani 4 maggio è previsto l’obbligo di indossare la mascherina in ogni luogo chiuso che ha accesso al pubblico. Per chi sarà senza all’interno dei mezzi pubblici verranno distribuite in modalità gratuita.

Conferma per il cibo da asporto, escluso Torino che riprenderà l’attività indicata dal 9 maggio. Sì alla riapertura degli studi professionali e toilettatura per animali.

Valle D’Aosta

Si pensano a nuove ordinanze per alleggerire le misure che riguardano i professionisti che operano in montagna.

Veneto

Il Governatore Zaia firma l’ordinanza in linea con il Governo, nonostante la sua idea del “riaprire tutto” resta concreta. Venezia conferma la sperimentazione della prenotazione per i vaporetti.

Trentino Alto Adige

Ci sono novità interessanti che riguardano lo spostamento in tutta la Regione non solo entro i propri confini provinciali. Sì allo sport individuale senza mascherina in Trentino.

Emilia Romagna

Obbligo di indossare la mascherina nei locali chiusi pubblici e all’aperto, con divieto di accesso alle spiagge (anche per chi abita in prossimità del mare). Aperte le biblioteche per il prestito di libri ma non a Bologna, dove resteranno chiuse.

Confermata invece la possibilità di raggiungere la seconda casa, ma se all’interno della stessa provincia di residenza (entro la giornata e individualmente).

Toscana

Ripresa delle attività sia di grandi industrie e piccole realtà non esportatrici, con riapertura controllata per cimiteri e parchi.

Firenze riapre il Duomo per una preghiera individuale e alcuni parchi. Obbligo di guanti su pullman e tramvia.

Lazio

Da domani l’orario verrà prolungato per i mezzi pubblici, supermarket, smart working e take away. Si studiano nuove regole per le attività della ristorazione, ristoranti, stabilimenti balneari, parrucchieri ed estetiste. Obbligo di mascherina in tutti i luoghi aperti al pubblico.

Sì anche ai set cinematografici ma in modalità blindata.

Marche

Riapertura delle spiagge per passeggiare o fare ginnastica, con libero accesso ai parchi (ad Ancona restano chiusi sino al 7 maggio).

Campania

Il Governatore De Luca ha deciso per dare il via libera al cibo di asporto, passeggiate senza limiti di orario e jogging. Possibile anche, per chi possiede una barca, svolgere le attività di manutenzione (sì anche alla consegna delle barche).

Puglia

Il Governatore consente la pesca amatoriale e riapertura attività per la toilettatura degli amici a quattro zampe. Ci si potrà recare presso la seconda casa ma solo per manutenzione della stessa.

Autorizzato anche lo spostamento all’interno della Regione per riparare la barca da diporto.

Calabria

Acceso scontro per la decisione del Governatore per la riapertura di bar e ristoranti: il Governo ha annunciato una diffida in merito a questa questione.

Sicilia

Si può andare nella seconda casa ma senza fare spola con quella di residenza. Sì alle attività amatoriali per le società sportive con corsa, tennis, pesca, ciclismo, golf, equitazione. Divieto di accesso all’isola sino al 17 maggio (dato da confermare).

Sardegna

Christian Solinas ha dato il via libera alle messe e allenamenti individuali per i calciatori (a porte chiuse e all’aria aperta). Apertura di parrucchieri, abbigliamento dall’11 maggio.

Per quanto riguarda Molise, Abruzzo e Umbria i Governatori hanno evidenziato di seguire le linee del governo. La Basilicata dispone obbligo di tampone obbligatorio a chi arriva da fuori Regione e isolamento domiciliare.

Il consiglio è quello di consultare il sito ufficiale della propria Regione al fine di verificare tutte le misure per la partenza della fase due da domani 4 maggio.