Home Cronaca Emergenza all’ospedale Cotugno di Napoli: ambulanze in coda con i malati

Emergenza all’ospedale Cotugno di Napoli: ambulanze in coda con i malati

CONDIVIDI

All’ospedale Cotugno di Napoli, polo infettivologico, si era già pensato dai primi di ottobre di far posto per prepararsi all’emergenza coronavirus.

Dall’inizio di ottobre si preannunciava per la Campania la seconda ondata. E ogni giorno i positivi sono in aumentano.

Ambulanze in coda con i malati Covid

Il Pronto Soccorso dell’ospedale Cotugno di Napoli avendo terminato la disponibilità di posti per i malati covid, si è trovato costretto a ‘lasciare in attesa’ quattro ambulanze con i malati al suo interno.

La permanenza delle ambulanze in attesa dell’Asl Napoli 1 dura anche quattro ore. I pazienti erano risultati, dopo il tampone, tutti positivi al Covid, ma a seguito del peggioramento delle loro condizioni, si rendeva necessario il ricovero nella struttura ospedaliera, ormai al collasso.

Ad uno dei pazienti in attesa, il test effettuato in ambulanza mostrava i segni del contagio, per gli altri tre, il tampone era stato effettuato nei giorni precedenti.

Solo casi Covid-19 per il Cotugno di Napoli

Per l’alto numero di contagi, l’ospedale Cotugno si prepara ad accogliere i soli malati di Covid. Tuttavia è ormai chiaro che si sta andando incontro a un record di contagi, ben 390. Non era stato mai cosi alto, neanche durante il periodo del lockdown.

I posti erano stati preventivati nell’ampliamento della Fase c dal Cotugno, come ha spiegato il direttore Maurizio di Mauro sono 144. Considerato lo stato di emergenza e l’avanzare della seconda ondata, i posti letto necessari dovranno essere convertiti dalla parte vecchia dell’ospedale.

Nei giorni scorsi era già emersa la carenza di posti letto. Per questo un uomo, che in un primo momento veniva trasportato al Pellegrini in ambulanza, in seguito è stato portato al Cotugno, in quanto nella struttura i posti erano terminati.

Il responsabile regionale del 118, ha spiegato che per trovare un posto era occorso del tempo. Ora a seguito dell’accaduto sono in corso degli accertamenti