Home Politica Elezioni in Emilia-Romagna, Conte: “Voto importante, ma non decisivo”

Elezioni in Emilia-Romagna, Conte: “Voto importante, ma non decisivo”

CONDIVIDI

Il premier Giuseppe Conte si pronuncia sul possibile esito delle elezioni in Emilia-Romagna. Attesa un’ampia riforma di Irpef e pensioni

elezioni in emilia romagna

Il voto delle elezioni in Emilia-Romagna sarà importante, ma non decisivo: le parole del premier Conte.

Elezioni in Emilia-Romagna

Il risultato delle elezioni in Emilia-Romagna sarà importante, ma non decisivo ai fini di un diverso assetto politico a livello nazionale.

A dirlo è il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in una lunga intervista al Corriere della Sera. Il voto in Emilia resta comunque l’espressione di una singola comunità regionale e quindi non potrà dettare legge a livello nazionale.

Il presidente del Consiglio ha anche ribadito la necessità di una verifica di governo, in cui s’incontreranno tutti gli attori della maggioranza politica per definire l’Agenda 2023, seguendo il filo delle priorità individuate dallo stesso premier.

Riforma dell’Irpef e delle pensioni

Conte si è anche pronunciato sulla Manovra di Governo, che porterà un’importante riforma delle pensioni e dell’Irpef.

Sulla possibilità di un aumento forzato dell’Iva, viste le clausole di salvaguardia previste nella prossima Manovra, il premier spiega che in poco più di 3 mesi sono stati ridotti carico fiscale per imprese e lavoratori.

In un anno sarà quindi possibile fare molto di più. Non ci sarà nessun aumento dell’Iva, assicura Conte, che darà nuovo slancio alla lotta all’evasione fiscale.

Una strada difficile da percorrere, soprattutto considerando il taglio dei parlamentari. Una riforma che potrebbe diventare un punto a vantaggio del leader del Carroccio e del suo partito.

Chiedere che i cittadini si pronuncino è una richiesta legittima, afferma il premier. Tuttavia, se a chiedere il referendum è il partito della Lega che inizialmente sosteneva quella riforma e che cerca di destabilizzare l’esecutivo, secondo il premier, c’è qualcosa che non va.

“I cittadini non premieranno espedienti ispirati a mera convenienza elettorale”

annuncia il premier, in riferimento al comportamento politico della Lega.