Home News Dl fisco: no multe a negozianti senza POS e tante novità in...

Dl fisco: no multe a negozianti senza POS e tante novità in arrivo

CONDIVIDI

Dl fisco incassa il via libera della commissione Finanze della Camera: ecco tutte le novità fiscali

Dl fisco: tante le novità fiscali in arrivo, ma tutte “benevole” nei confronti dei contribuenti.

Dall’IVA sugli assorbenti alla proroga della scadenza 730, dalle multe per la mancanza dei seggiolini antiabbandono alle norme sul carcere agli evasori.

Dl Fisco 2020: Niente multe ai commercianti che non hanno il POS

Il Dl Fisco 2020 ha approvato l’abrogazione delle sanzioni per i commercianti che non hanno il POS per i pagamenti con moneta elettronica.

A renderlo noto è stato il sottosegretario al MEF, Alessio Villarosa (M5s).

Scadenza del 730 prorogata al 30 settembre 2020

Revisionato il calendario fiscale, con la scadenza del 730 che passa dal 23 luglio al 30 settembre 2020.

Potranno usare il 730 i dipendenti e i pensionati, ma anche i titolari di redditi assimilati a quello di lavoro dipendente e i titolari di redditi di lavoro autonomo occasionale.

Carcere per gli evasori e fondazioni

È stato ufficializzato l’innalzamento complessivo delle pene, che è diventato meno consistente per i reati minori (i delitti occasionali di dichiarazione infedele e di omessa dichiarazione, non caratterizzati da condotte fraudolente).

Italia Viva ha infatti votato no.

“Iv resta sempre contrario, votiamo no”.

Seggiolini auto per i bambini: rinviate le multe per chi non è in regola

Rinviate al 6 marzo le multe per chi non si adegua alle nuove norme sui seggiolini auto per i bambini.

Inoltre, salgono da 1 a 5 milioni gli stanziamenti previsti nel 2020 per le agevolazioni sotto forma di credito di imposta.

Incentivi per l’acquisto di airbag per moto

In base alla norma, proposta dal deputato M5s Nunzio Angiola, dal 2020 si potrà detrarre fino a 250 euro per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale moto airbag.

IVA per gli assorbenti compostabili o lavabili: dal 22% al 5%

Inoltre, l’IVA sugli assorbenti compostabili o lavabili passa dal 22% al 5%.

Niente Tampon Tax, ma vi è un’estensione delle tipologie di prodotti igienici femminili per i quali sarà abbassata l’IVA.