Home News Politica, De Magistris pronto a candidarsi presidente della Calabria

Politica, De Magistris pronto a candidarsi presidente della Calabria

CONDIVIDI

L’attuale sindaco di Napoli De Magistris si sarebbe detto legato alla Calabria, motivo che l’ha spinto a candidarsi alla Regione.

De Magistris
Il primo cittadino ha sottolineato l’ottimo lavoro svolto a Napoli.

Dopo le voci di corridoio circolate negli scorsi giorni è finalmente arrivata l’ufficialità, Luigi De Magistris si è candidato come presidente della Calabria. L’attuale sindaco di Napoli, quindi, prenderà parte alle prossime elezioni in programma l’11 aprile.

De Magistris sta già svolgendo i primi incontri politici nella regione

De Magistris però non ha perso tempo e ha già iniziato la sua campagna elettorale. In questi giorni l’uomo, infatti, si trova già in Calabria dove nell’arco della giornata effettuerà degli incontri politici a Cosenza e Rende.

“Mi candido per amore della Calabria e ringrazio le calabresi e i calabresi che in questi giorni mi hanno mostrato affetto e stima esortandomi ad affrontare una sfida tanto difficile quanto straordinariamente affascinante”.

Il primo cittadino del capoluogo campano si sarebbe detto innamorato della Calabria motivo per cui vorrebbe diventarne presidente regionale. Per quanto riguarda la sua squadra, De Magistris ha affermato come sarà composta da persone con forti storie individuali e collettive.

L’aspirante presidente, inoltre, ha spiegato da dove deriva questo legame con la regione del sud. In Calabria, infatti, De Magistris ci ha passato le estati dal 1975 al 1992 per non parlare degli aspetti lavorativi.

La regione, infatti, fu anche il luogo del primo incarico da pubblico ministero per l’uomo, posto in cui ritornò per scelta dal 2003 al 2008. Nonostante il suo essere napoletano doc, come raccontato dallo stesso De Magistris, anche sua moglie è calabrese così come suo figlio nato proprio nella predetta regione.

“Da magistrato in Calabria ho dimostrato fedeltà alla Costituzione applicando l’uguaglianza dei cittadini di fronte alla legge. Ho pagato un prezzo altissimo perché non sono scappato e non mi sono girato dall’altra parte anche quando ero consapevole che mi avrebbero fatto fuori. Sono autonomo e libero, senza prezzo”.

Infine, il sindaco ha speso due parole anche su Napoli spiegando il grosso passo in avanti fatto con la sua gestione. Il capoluogo campano, infatti, risulterebbe la città con più crescita in cultura ed economia degli ultimi anni.