Home Televisione DayDreamer, anticipazioni 10 luglio: la decisione di Sanem

DayDreamer, anticipazioni 10 luglio: la decisione di Sanem

CONDIVIDI

DayDreamer torna su Canale 5 con un nuovo e appassionante episodio che mostrerà nuove dinamiche tra i personaggi di Can e Sanem

DayDreamer

Scopriamo insieme cosa accadrà nel 23esimo episodio di DayDreamer – Le Ali del Sogno, che verrà trasmesso venerdì 10 luglio 2020 su Canale 5, in base alle anticipazioni.

L’obiettivo di Polen

Nel prossimo appuntamento, Mevkibe farà una scelta inattesa. In particolare, la madre di Leyla e Sanem, dopo essersi impossessata del minimarket di famiglia, manderà via il marito Nihat. La giovane scrittrice, invece, è sempre più consapevole di amare il suo datore di lavoro e troverà il coraggio di essere sincera con lui.

La giovane sarà decisa ad andare da Can per confessargli tutta la verità e rivelargli di essersi innamorata di lui, ma a quel punto accadrà qualcosa di inaspettato.

Ad aprirle la porta di casa di Can, infatti, non sarà l’affascinante fotografo, ma Polen, quella che credeva fosse la sua ex fidanzata. Sarà allora che la sorella minore di Leyla rimarrà sconvolta e delusa per l’atteggiamento dell’uomo che ama.

Polen sarà intenzionata a riprendersi a ogni costo Can: la donna ha le idee chiare e vuole che il Divit torni tra le sue braccia.

La campagna pubblicitaria

Il personaggio di Nihat sarà stanco di essere un casalingo e, grazie all’aiuto di Muzzaffer, deciderà di aprire una boutique di polpette turche vegane coinvolgendo anche Osman. Leyla, che si trova ancora ad Ankara, verrà a conoscenza delle nuove professioni dei suoi genitori.

Nel frattempo, Sanem deciderà di tornare a lavorare alla Fikri Harika, anche se si sentirà in colpa nei confronti di Can per aver eseguito gli ordini di Emre.

Sanem e Can saranno di nuovo vicini, ma per realizzare una campagna pubblicitaria per la signora Remide. Dopo, il titolare di un’azienda collaborerà con Can per la creazione di una pubblicità tenendo conto degli spunti offerti da Sanem.