Home News Daniela Carrasco,”Stuprata e torturata”: i misteri sulla morte dell’artista di strada in...

Daniela Carrasco,”Stuprata e torturata”: i misteri sulla morte dell’artista di strada in Cile

CONDIVIDI

Emergono nuovi inquietanti dettagli sulla morte di Daniela Carrasco, artista di strada in Cile. Le attiviste non credono all’ipotesi del suicidio

daniela carrasco

È giallo sulla morte di Daniela Carrasco. La ragazza si è davvero tolta la vita?

La morte di Daniela Carrasco

La conoscevano tutti come El Mimo, perché era quella la sua vita: Daniela Carrasco, 36 anni, era un’artista di strada. La ragazza è stata trovata impiccata, lo scorso 20 ottobre, vicino al parco André Jarlan, a Santiago del Cile.

I risultati dell’autopsia sono stati resi noti soltanto un mese dopo. Secondo il rapporto medico, sul corpo di Daniela non ci sarebbero lesioni fisiche ricollegabili ad una violenza sessuale. La ragazza sarebbe morta per soffocamento.

Una versione, quella dell’esame autoptico, a cui molti non hanno creduto. Secondo gli attivisti e molte associazioni, El Mimo sarebbe stata arrestata durante le proteste in piazza il 19 ottobre. Il giorno successivo il corpo di Daniela Carrasco è stato ritrovato senza vita.

Giustizia per El Mimo

Il movimento “Ni una menos” ha denunciato la violenza e le torture inflitte alla manifestante.

“Daniela è stata torturata e violentata al punto da toglierle la vita”

è l’accusa lanciata dal Movimento cileno.

Intanto, non si arrestano le proteste in Cile. A scatenare la rabbia del popolo cileno è stato l’aumento del prezzo del biglietto della metro. Il rincaro, poi cancellato, è stato solo l’apice di una situazione che i cileni non riescono più a sostenere. Un costo della vita altissimo, salari ai minimi storici e politiche del welfare pressocché inesistenti hanno fatto il resto. Il Governo ha dichiarato lo stato di emergenza. 

Stando a quanto riportano le fonti ufficiali, in poco più di un mese di scontri, ci sono stati 23 morti, oltre 2000 feriti e sono state arrestate 6.300 persone.

La repressione da parte delle forze di polizia si fa sempre più violenta, e quella che il Cile sta vivendo si delinea come la crisi peggiore degli ultimi decenni.