Home News Covid, nei locali di Tel Aviv birra in omaggio insieme al vaccino

Covid, nei locali di Tel Aviv birra in omaggio insieme al vaccino

CONDIVIDI

La campagna anti covid a Tel Aviv si sposta nei locali frequentati dai giovani durante il weekend.

Tel Aviv
Metà dell’Israele sarebbe divenuta immune al Covid-19.

La guerra contro il covid non conosce alcuna barriera. Dev’essere stato questo il motto sostenuto a Tel Aviv, infatti, nella città dell’Israele, nel weekend il vaccino contro il terribile virus viene distribuito nei locali di movida frequentati dai giovani.

Sono sette i locali di Tel Aviv “tramutati” in vaccine bar

Nella città sono nati dei veri e proprio “vaccine bar” dove può ricevere la somministrazione del vaccino ed una birra omaggio. Ad oggi all’originale iniziativa hanno preso parte ben sette locali della città israeliana.

Il tutto, inoltre, funziona senza appuntamento, si va lì e fino a mezzanotte puoi ordinare “la tua vaccinazione”. Nonostante questa manovra che ha chiaramente aumentato il numero di “immuni” nel paese, il ministro della Sanità, Yuli Edelstein ha ribadito come il vaccino non sarà obbligatorio in Israele.

Non entrerà in vigore l’obbligo di vaccinazione in Israele

Resta una linea dura, invece, su chi falsifica la green card, la tessera che testimonia la doppia immunizzazione. La certificazione, inoltre, si può ottenere dal ministero della Sanità tramite un’app o dalla cassa mutua che ha gestito la vaccinazione.

Buone notizie non solo dall’ambito vaccini ma anche nei contagi per l’Israele. Risultano in calo, infatti, le nuove infezioni così come i casi gravi. Una situazione aiutata anche dall’enorme mole di persone vaccinate, circa il 45,3% della popolazione.

Nello specifico a ricevere la prima dose sono stati 4.138.000 mentre a presentarsi per il richiamo sono stati in 2.762.000, circa il 30,2% della popolazione. Dei dati sicuramente importanti aiutati dalla predetta introduzione dei vaccine bar.

Una crescita rassicurante se si pensa che solo nelle ultime 24 ore sono stati 135 mila (61 mila prima dose, 74 mila seconda) i vaccinati in Israele. Nonostante la lotta contro il covid sia lontana da essere alle sue battute finali in alcune parti del mondo si è finalmente vicini ad una svolta.