Home News Coronavirus nel mondo, Madrid pronta al coprifuoco e la Polonia al lockdown...

Coronavirus nel mondo, Madrid pronta al coprifuoco e la Polonia al lockdown totale

CONDIVIDI

I dati del coronavirus nel mondo non cessano di peggiorare e ora i Paesi Europei stanno prendendo decisioni sofferte ma nette.

Coronavirus nel mondo, Madrid pronta al coprifuoco e la Polonia al lockdown totale

La situazione del coronavirus nel mondo è preoccupante e i dati continuano a crescere in maniera esponenziale. Tra chi conferma il coprifuoco e chi decide per un lockdown totale.

I casi di Covid in Europa

Il numero dei contagi in queste ore è aumentato suscitando allarmismo in tutta Europa e nel mondo. Boom di contagi in Francia e nel Regno Unito con lockdown a scaglioni in base alle zone e alla gravità della situazione.

Nelle ultime ore Madrid ha registrato oltre 26mila casi di positività e si preparara al coprifuoco così da monitorare la situazione e arginare quanto possibile il propagarsi del virus. Lo stesso continua la sua corsa anche in Germania con 7mila casi in più solo nelle ultime 24 ore.

Non da meno la situazione in Croazia – Bulgaria e Repubblica Ceca arrivando alla Romania mentre si passa dalla Svizzera: il tutto confermato dai picchi che sono stati registrati nella giornata di ieri.

La situazione a Praga e Polonia

Il Governo di Praga ha dovuto annunciare il blocco del movimento di persone e chiuderà alcuni negozi per un lockdown parziale fino al 3 novembre. Tutti i cittadini potranno spostarsi per lavoro, andare dal medico, fare la spesa e per emergenze come da comunicazione del Ministro della Salute ai media locali.

La Polonia ha confermato che in queste ore potrebbe estendere tutte le misure restrittive del lockdown nazionale proprio per fronteggiare il cammino dell’epidemia. Il Premier ha evidenzato:

“suggerisco che da sabato la polonia diventi tutta zona rossa”

La Russia registra un numero di morti pari a 317 e a New York si sono registrati 76mila positivi in 24 ore. La Spagna non ha tregua e si pensa ad un coprifuoco nazionale come riferito da El Pais.