Home News Il coronavirus infesta un palazzo a Bilbao: 33 contagi e 5 morti

Il coronavirus infesta un palazzo a Bilbao: 33 contagi e 5 morti

CONDIVIDI

Nel centro della città basca un intero palazzo è in quarantena, divenuto implacabile focolaio del covid-19. A farne le spese cinque anziani, cinque fragili vite.

Il contagio di Bilbao e il ruolo dev'ascensore
L’ascensore è uno dei luoghi più rischiosi per il contagio

Ascensori mortali

Il mondo è fatto a scale e di questi tempi, per chi può, è meglio salire a piedi invece di prendere l’ascensore. Ma non tutti possono, quindi, a beneficio di tutti, le pulizie dovrebbero essere frequenti e accurate.

Perché il sollevatore di persone tra piani è uno dei luoghi più infidi. Difficile da arieggiare, tratterebbe più facilmente il temuto coronavirus.

Proprio questa è l’ipotesi riguardo una coppia di ascensori di un palazzo di Bilbao. Nella città basca, che ha registrato 33 decessi a causa del covid-19, ben 5, verificatesi di recente, hanno come sfortunati protagonisti i condomini dell’edificio al numero 4 di Plaza Haro.

Così le zone comuni della palazzina sono le imputate del contagio e tra queste, al primo posto, secondo la tesi supportata da El Pais, la cabina che permette l’agevole saliscendi. Il virus si sarebbe annidato, seconda la firma del giornale spagnolo, nella pulsantiera dei due ascensori.

 La catena del contagio

Era il 9 gennaio quando fu annunciato il primo condomino positivo al coronavirus. Circa due settimane dopo, morirono prima una donna di 85 anni e poi il figlio di 55. Abitavano insieme in un appartamento del 9° piano.

Ma solo il 25 gennaio la segnalazione della presenta di contagiati e delle morti arrivarono all’amministratore di condominio, che provvide alla disinfestazione delle aree comuni.

Intanto a non farcela è stata l’inquilina 84enne dell’11° piano, seguita negli ultimi giorni da i due fratelli del primo piano, di 76 e 73 anni.

Un caso analogo, le cui dinamiche sono state indagate dagli scienzati, si verificò circa un anno fa. Nel marzo del 2020. Una donna cinese, dopo essere stata negli Stati Uniti, fece ritorno in patria.

Negativa al tampone, si attenne alla quarantena, obbligatoria al riesco nel Paese. Ma l’unico errore fu di prendere l’ascensore verso il pianerottolo di casa.

Fu l’untrice inconsapevole dei suoi condomini: risultarono positivi al virus 71 persone.