Home News Coronavirus, bollettino del 12 febbraio: 13.908 casi e 316 morti

Coronavirus, bollettino del 12 febbraio: 13.908 casi e 316 morti

CONDIVIDI

Aggiornamento sulla situazione della pandemia da Covid-19 nel nostro Paese. I dati riportati sono quelli diffusi dal Ministero della Salute.

Bollettino aggiornamento pandemia covid del 12 febbraio

Il bollettino di oggi  12 febbraio 2021, con gli aggiornamenti sulla situazione del Covid-19 in Italia.

Il bollettino del 12  febbraio

L’evoluzione della pandemia in Italia è monitorata regolarmente dal Ministero della Salute sul portale ufficiale. Il report divulgato ogni giorno riporta i dati riferiti alla situazione nazionale.

Dai dati si evidenzia la curva dei contagi e dei morti e la condizione degli ospedali italiani, con riferimento al numero dei pazienti sintomatici ricoverati nelle terapie intensive.

Un ulteriore dato utile per il monitoraggio riguarda il numero di tamponi eseguiti nelle 24 ore.

Di seguito tutti i dati ufficiali:

  • Nuovi Contagi: 13.908 contro i 15.146
  • Morti: 316 contro i 391 di ieri
  • Pazienti ricoverati con sintomi: .2.845
  • Pazienti in terapia intensiva: 2.095
  • Guariti: 16.422  contro i 19.838
  • Tamponi: 305.619 invece dei 292.553

Come appare dai dati, la curva dei nuovi casi è in diminuzione rispetto a ieri, cosi come quella riferita ai pazienti guariti è in calo  rispetto alla giornata di ieri. Il dato dei tamponi è in aumento rispetto a ieri.

Bollate, variante inglese a scuola 3 istituti chiusi

Dopo i focolai “inglesi” nei comuni in provincia di Brescia, eccone un altro scoppiato nelle scuole materne ed elementari, tra Bollate e la frazione di Ospiate, siamo alle porte di Milano.

Ad attivare la Dad a causa del covid nella sua temuta variante inglese, due scuole elementari che ospitano 750 bambini.

La raccomandazione è giunta dall’Ats, Agenzie di Tutela della Salute. A parlare è Marino Faccini, responsabile della Struttura profilassi malattie infettive dell’Ats Milano, il quale fa sapere che da oggi parte lo screening di massa, con il tampone rapido, su tutta la popolazione scolastica delle tre scuole:

“I primi casi sono emersi tra il 26 e il 27 gennaio all’asilo ben presto sono arrivati a 59 positivi, di cui 35 alunni e 14 tra personale scolastico e familiari”.

Subito sono stati fatti approfondimenti che, come riferisce anche Leggo.it, hanno confermato trattarsi della variante inglese, la forma più contagiosa del Covid affrontata ad oggi.

La decisione di vietare le lezioni in classe per il momento scaturisce dalla necessità di arginare la diffusione. Ora si attendono i risultati dei tamponi rapidi.