Home Personaggi Chico Forti, chi è l’italiano condannato all’ergastolo negli USA che grida la...

Chico Forti, chi è l’italiano condannato all’ergastolo negli USA che grida la sua innocenza

CONDIVIDI

Chi è l’italiano Chico Forti? Condannato all’ergastolo negli USA ma si dichiara vittima di un errore giudiziario. Scopriamo chi è e cosa è accaduto

Chico Forti
Chico Forti in carcere in Florida

Il caso di Chico Forti è stato trattato in numerose trasmissioni televisive e radiofoniche per dare voce a quella che ormai tutti ritengono una tremenda vicenda di errori giudiziari.
Ecco chi è l’italiano condannato all’ergastolo negli USA ed i dettagli della vicenda.

Chi è Chico Forti e per cosa è condannato

Enrico Forti, conosciuto da tutti come Chico, nasce nel 1959  a Trento dove passa infanzia ed adolescenza durante la quale già manifesta la sua passione per lo sport.
Laureatosi all’ISEF si impegna in gare di windsurf diventando un velista apprezzato sia in Italia dove nel 1987 viene eletto Atleta dell’Anno dal Club Albatross a Bergamo.

Gareggia nella coppa del mondo di windsurf e si trasferisce negli Stati Uniti  – dopo aver vinto un’ingente somma al quiz televisivo “Telemike” –  dove si sposerà e avrà i suoi tre figli.

Abbandonato lo sport dopo un incidente d’auto diventa produttore e collaboratore di trasmissioni televisive. La sua vita cambia radicalmente nel 1998 quando viene indagato e poi condannato all’ergastolo per l’omicidio di Dale Pike, figlio di Anthony Pike.

La condanna un errore giudiziario? Le trasmissioni che hanno sposato la sua causa

Fin dall’inizio del processo che ha visto la sua condanna all’ergastolo nel 2000, Chico Forti ed il suo pool difensivo hanno gridato la sua innocenza. L’avvocato Ferdinando Imposimato e la criminologa Roberta Bruzzone hanno presentato nel 2012 richiesta di revisione ed anche il Governo Italiano si è interessato al caso.

Molte le trasmissioni televisive che si sono occupate de caso, ultime solo in ordine di tempo Le Iene, Quarto Grado e Chi l’ha Visto.

La vicenda presenta molti punti oscuri ed è per questo che si sta cercando di continuare a tenere alta l’attenzione su questo caso che vede in galera un uomo da 20 anni forse innocente.

Chico Forti avrebbe dovuto acquistare il “Pike’s Hotel” e quando il figlio del proprietario, Dale Pike arriva all’aeroporto, lui lo andrà a prendere e lo porterà in albergo. Dopo qualche ora Dale verrà trovato morto con due colpi di pistola e Chico verrà accusato a causa del biglietto aereo che lui aveva acquistato per la vittima trovato accanto al corpo.

Gli avvocati di Chico, il magistrato italiano che si è occupato del caso sino agli amici e poliziotti americani –  sono tutti concordi sulla stessa posizione.
Chico per tutti non aveva nessun motivo per progettare quell’omicidio, per di più non aveva mai visto prima né conosciuto quel ragazzo.

Inoltre non è mai stato dimostrato che fosse nemmeno presente al momento dell’omicidio.

La teoria che è ormai accreditata è che si sia trattato di una costruzione di colpevolezza per coprire un altro personaggio coinvolto e che aveva un movente per l’omicidio.

Nelle trasmissioni in onda nei prossimi giorni il caso verrà ancora dibattuto per cercare di arrivare alla verità.