Home Salute & Benessere Castità, sempre più coppie fanno questa scelta prematrimoniale: ma perché?

Castità, sempre più coppie fanno questa scelta prematrimoniale: ma perché?

CONDIVIDI

La castità, scelta antiquata che solo pochi eletti fanno, si sceglie di unirsi in matrimonio per amarsi veramente, scopriamo questa rara astinenza

Castità non vuol dire sfigati, anzi. vuole dire un vero impegno, che hanno scelto di seguire quasi pochi eletti e non tutti.

Per scegliersi veramente bisogna amarsi nel profondo e non solo fisicamente

Il termine castità deriva dal latino e indica l’astensione da ogni tipo di rapporto intimo per motivazioni etiche, filosofiche e/o morali.

Dopo una conoscenza accurata e profonda, si sceglie di frequentare la donna o l’uomo della nostra vita.

Tale opzione avviene dopo un percorso di consapevolezza di se stessi e quanto più profonda dell’altro.

Si ha l’idea di famiglia e di matrimonio come elemento sacro e non profano.

Il matrimonio non viene visto come la festa di paese a cui tutti, parenti e amici, devo partecipare.

Ma come punto di partenza di qualcosa di straordinariamente magico e misterioso da vivere.

Alla base di tale esperienza c’è la favola non vissuta, ma che si crea, dove l’uomo e la donna rappresentano gli attori principali che daranno vita al tutto.

Purtroppo nel contesto socio culturale odierno, tanti valori sono andati persi, ci troviamo nell’epoca del consumismo, della superficialità e della povertà umana.

Matrimoni lampo e divorzi record di giovani che non credono più nel per sempre.

Oggi si preferisce per dirla alla Gianni Morandi:

“ANDAVO A 100 ALL’ORA, MA SI BRUCIò IL MOTORE”.

La distinzione di una cerchia ristretta

Così pochi giovani preferiscono farsi guidare e accompagnare in questa tappa così importante e vivere questo tempo ponendosi come principale meta la conoscenza del partner per poter maturare insieme il vaglio di creare una famiglia.

Il matrimonio è sinonimo di vita familiare, ma tale essenza viene percepita da pochi eletti.

Per questo appare ancora più difficile scegliere la castità nella coppia se non si hanno profondi valori.

La castità è una preferenza coraggiosa e non facile.

Il tempo del fidanzamento è indispensabile ed insostituibile per la conoscenza dell’altro.

Tutto parte da qui, per cominciare a costruire la casa sulla roccia, dove si gettano le basi per le fondamenta future.

L’opzione della castità, per quanto possa essere un desiderio bello e nobile, evince anche la decisione di un percorso difficile d’affrontare soprattutto in età adulta.

Di solito questa scelta rientra all’interno di un cammino di crescita spirituale e di fede.

Una forma di devozione che permette ai due fidanzati di interagire attraverso il corpo con la parte più intima di se.

L’altro è un mistero e tramite la castità si può davvero scoprirne la sua bellezza, il suo essere creatura.

L’innocenza poi successivamente conduce la coppia ad un livello di profonda conoscenza di se stessi e dell’altro.

La castità in ambito psicologico

Nel mondo occidentale, il concetto di castità veniva associato a qualcosa di negativo e letto come rifiuto del piacere e della passione.

Tutto ciò partiva dall’assunto che ciò che era bello in coppia era errato e sporco.

Gli aspetti religiosi condizionavano le scelte delle giovani donne e inficiavano il senso di colpa.

Successivamente, grazie alla teoria psicoanalitica di Sigmund Freud, è stato possibile superare tale credenza.

Il rapporto intimo non veniva più visto in maniera catastrofica, ma come una forma di comunicazione, dov’era possibile analizzare gli aspetti psicodinamici.

Oggi come ieri, la castità può essere una scelta, in alcuni casi imposta e in altri subita, basti pensare al peso di alcune professioni di fede.

In ambito psicologico, assume valenze diverse, da un lato viene vista un momento evolutivo, che implica e consente la crescita ma anche lo sviluppo di competenze spirituali, emotive ed intellettuali.

Dall’altro lato si configura come una forma di regressione ovvero una perdita di energia derivante da inibizioni e difficoltà emotive fino a giungere alla paure dell’intimità fisica.

Possiamo concludere dicendo che la castità può avere un essenza diversa per ogni cittadino, per questo è necessario non solo comprendere se tale condizione assuma un significato di crescita personale oppure di regressione.