Home News Cardinale Becciu, in manette la “dama” Cecilia Marogna

Cardinale Becciu, in manette la “dama” Cecilia Marogna

CONDIVIDI

È finita in manette la dama del Cardinale Becciu – Cecilia Marogna – in merito al rapporto fiduciario in essere che la legherebbe a lui.

Cardinale Becciu, in manette la "dama" Cecilia Marogna

Cecilia Marogna è stata definita la dama del Cardinale Becciu ed  stata arrestata a Milano dalla Guardia di Finanza.

Chi è Cecilia Marogna?

Cecilia Marogna è originaria di Cagliari e ha 39 anni. Una donna esperta di relazioni diplomatiche che è ora coinvolta nello scandalo finanziario che ha travolto il Vaticano.

La donna è infatti sospettata di aver stretto relazioni molto forti con la Segreteria di Stato. Tutto questo sarebbe avvenuto quando Becciu era Sostituto con il ricevimento di mezzo milione di euro per le consulenze prestate.

Becciu ha sempre dichiarato che i rapporti con questa donna siano stati di carattere istituzionale.

L’arresto della dama del Cardinale

La Guardia di Finanza l’ha arrestata a Milano nelle serata di ieri a seguito di un ordine internazionale di cattura che è stato emesso e firmato dall’Interpol. La donna ha continuamente smentito di aver intrapreso ogni tipologia di relazione e soprattutto le indiscrezioni emerse che la volevano “complice” del Cardinale nonché destinataria di somme di denaro ingenti da parte di una società della Slovienia atta alle missioni umanitarie.

Ma di che cosa è accusata? La questione scoppiata in Vaticano è decisamente particolare. Gli inquirenti – come rivelato da Le Iene – hanno nel mirino alcuni bonifici di mezzo milione di euro che sarebbero stati versati a favore della Santa Sede per operazioni umanitarie top secret da svolgere in Africa e Asia. In realtà questi soldi sarebbero stati utilizzati per l’acquisto di borse, beni di lusso e cosmetici.

Non solo, perché 200mila sarebbero stati utilizzati per l’acquisto di vestiti, ristoranti di lusso o accessori di grandi brand. Bonifici che sarebbero stati fatti tra il 2018 e 2019 su un conto dove la Marogna è amministratore, tramite la causale “contributo per missione umanitaria”.