Home News Bitcoin non sarà elencato sui principali Exchange, afferma il presidente della SEC

Bitcoin non sarà elencato sui principali Exchange, afferma il presidente della SEC

CONDIVIDI

SEC: il Bitcoin e tutto il settore crittografico necessita di un’adeguata regolamentazione

Il Presidente della SEC, Jay Clayton, ha affermato che ci vorrà del tempo prima che ci sia una regolamentazione adeguata per i Bitcoin e le altre criptovalute. Ciò deve avvenire prima che i principali Exchange possano iniziare a elencarli.

SEC Bitcoin: è necessaria una regolamentazione ad hoc nel settore delle criptovalute

Il fatto che la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti non sia molto favorevole al settore delle criptovalute non è una novità.

La SEC ha tuonato molte volte contro le criptovalute a causa della loro volatilità e della scarsa regolamentazione che permea il settore crittografico.

Anche gli sforzi per lanciare gli Exchange-Traded Funds (ETF) su Bitcoin non hanno avuto molto successo.

La SEC ha affermato che ci vorrà un po’ di tempo e saranno necessari regolamenti molto più rigorosi prima che il Bitcoin o qualsiasi altra criptovaluta siano disponibili per il trading su un Exchange popolare.

Il Presidente della SEC, Jay Clayton, ha suggerito che ci vorrà un po’ di tempo prima che vengano approvati i nuovi regolamenti.

Se [gli investitori] pensano che ci sia lo stesso rigore regolamentare nella formazione dei prezzi che c’è sul Nasdaq o sulla Borsa di New York … si sbagliano di grosso. Dobbiamo arrivare ad un punto in cui possiamo essere certi che il trading sia regolato meglio”.

Criptovalute e regolamentazione: c’è ancora molta strada da fare

Le autorità di regolamentazione di ogni parte del mondo sono riluttanti a fornire un maggiore sostegno al settore criptovalute.

Questo è giustificato da vari motivi, tra cui il trend generale dei prezzi a oscillare in modo repentino.

Inoltre, ogni giorno sempre più cyber-criminali vedono le valute digitali come un modo per riciclare denaro o ricevere pagamenti illegali che potrebbero non essere facilmente rintracciabili come nel sistema finanziario tradizionale.

Il Bitcoin ha davvero molta strada da percorrere prima di pervenire all’adozione di massa.