Home Spettacolo Barbara D’Urso, il dolore è troppo forte e si accascia in diretta:...

Barbara D’Urso, il dolore è troppo forte e si accascia in diretta: lacrime per la conduttrice

CONDIVIDI

Barbara D’Urso scoppia a piangere in diretta TV nel corso dell’ultima puntata di Domenica Live. Il dolore è troppo forte per trattenerlo.

Un momento di grande dolore quello che si è consumato a Domenica Live, dove Barbara D’Urso e Riccardo Fogli non sono riusciti a trattenere le lacrime.

Nella puntata di oggi di Domenica Live, Barbara D’Urso ha invitato il celebre cantante italiano Riccardo Fogli.

Durante l’intervista, i due hanno commentato la morte di un noto artista, che ci ha lasciati proprio in questi giorni. Si tratta di Stefano D’Orazio, l’ex batterista dei Pooh che ha lasciato un vuoto incolmabile nel mondo della musica.

Barbara e Riccardo sono apparsi molto provati e si sono abbandonati alle lacrime dopo poco.

Il terribile lutto: “Vogliamo piangere ancora un po’”

Riccardo Fogli ha raccontato a Domenica live alcuni retroscena sulla malattia di Stefano D’Orazio, che ci ha lasciati a causa del virus che ha messo in ginocchio l’Italia e il mondo intero, il Covid-19.

“Quel giovedì sera lui ha iniziato ad avere la febbre alta e Titti ha chiamato l’ambulanza. Stefano è stato portato in ospedale e per un settimana è stato da solo.”

La voce di Fogli è rotta e il cantante non riesce ad andare avanti nel racconto.

Allora, Barbara D’Urso interviene parlando di un avvenimento felice, a cui anche lei ha partecipato. Si tratta del matrimonio di Stefano D’Orazio, a cui ha preso parte in qualità di testimone di nozze.

“Mi viene voglia di abbracciarti, forte, forte e piangere un po’ insieme. Stefano ci prenderebbe un po’ in giro. Noi lo vogliamo piangere ancora un po’.”

Queste le parole di Fogli, assolutamente condivise dalla D’Urso, che non è riuscita a trattenere le lacrime.

barbara d'urso riccardo fogli piangono

Il rammarico di tutti coloro che hanno conosciuto e amato Stefano D’Orazio è stato sicuramente quello di non poter essere al suo fianco durante il ricovero.

Tutti i pazienti affetti da Covid-19, infatti, vengono isolati ed è impossibile raggiungerli e stare con loro nel periodo della convalescenza, che per D’Orazio si è purtroppo rivelato fatale.