Home Spettacolo Barbara D’Urso ‘Ha toccato il punto più basso della televisione’: lo schiaffo...

Barbara D’Urso ‘Ha toccato il punto più basso della televisione’: lo schiaffo del critico Aldo Grasso

CONDIVIDI

Barbara d’Urso, Aldo Grasso la attacca molto duramente per come ha gestito la vicenda intorno alla Prati definendola ‘Conduttrice senza remore’

Aldo Grasso e Barbara d'Urso
Aldo Grasso e Barbara d’Urso

Parla del caso Prati anche il critico televisivo Aldo Grasso, che commenta la puntata di Live non è la d’Urso attaccando molto duramente la conduttrice definendola senza remore.

Aldo Grasso attacca Barbara d’Urso ” Il momento più basso della tv Italiana”

Anche il critico del Corriere della Sera, si espone parlando del giallo che ruota intorno a Pamela Prati e le sue agenti, analizzando sopratutto come Barbara d’Urso ha gestito le menzogne raccontate nei sui programmi.

Così con poche ma durissime parole commenta la puntata di Live non è la d’Urso parlando del comportamento della padrona di casa.

La conduttrice Napoletana non si è di certo risparmiata nell’affrontare la vicenda nella puntata di Live insieme ai vari ospiti.

Ecco il commento del critico televisivo:

Il punto più basso della tv italiana non solo di questo anno ma degli ultimi decenni è stato raggiunto con il caso Pamela Prati.  E soprattutto le ore che Barbara D’Urso ha dedicato a questo caso, all’inesistente Mark Caltagiorne e alla miseria da cui nasce questo caso

Questo il pensiero di Aldo riguardo tutta la bufera mediatica che ruota intorno alla Prati.

Il commento di Grasso sul caso Prati-Caltagirone

Aldo continua a parlare della vicenda analizzando anche il comportamento della Prati coinvolta in prima persona nella vicenda con il fantomatico Marck Caltagirone.

Il critico a riguardo dice:

Pamela Prati è ludopatica, un’agenzia ha sfruttato questa sua debolezza, consigliandole partecipazioni televisive per ricavare qualche soldo

Commentando anche il vizio di gioco della Prati per quanto riguarda le slot ed il bingo.

Il giornalista definisce il caso come una miscela esplosiva, definendo il tipo di televisione fatto dalla d’Urso trash descrivendolo come uno dei picchi più bassi che ha toccato la televisione Italiana.