Home Cronaca Bambino di 7 anni accoltellato da uno di 10: non voleva cedergli...

Bambino di 7 anni accoltellato da uno di 10: non voleva cedergli la bici

CONDIVIDI

E’ successo a Bari: un bambino di 7 anni è stato accoltellato da uno di 10. Il futile motivo è stato un turno non rispettato sulla bicicletta.

bambino accoltellato

Il bambino accoltellato è stato subito condotto in ospedale. L’aggressore è stato denunciato.

E’ accaduto a Conversano (Bari)

Un bambino di 7 anni è stato accoltellato da uno di 10. Il ferimento è avvenuto perché il settenne non voleva cedere la bicicletta al bambino più grande. Una prima ricostruzione è stata condotta dagli inquirenti. Il ragazzino di 10 anni avrebbe chiesto al più piccolino di salire sul mezzo. Il settenne, però, si sarebbe insistentemente rifiutato e poi stava per allontanarsi. E’ stato però, raggiunto dal ragazzino che, dopo averlo aggredito l’ha ferito alla pancia con un coltello.

L’aggressore è stato denunciato

Il bambino ferito, dopo essere stato aggredito, si è recato dai suoi genitori, due lavoratori della zona. Sono stati loro a portarlo in ospedale, a Putignano. Lì il piccolo è stato medicato. I medici hanno riferito una prognosi di dieci giorni a causa delle ferite alla pancia.

Il padre del bambino di 7 anni ha deciso di denunciare l’aggressore del figlio. Il ragazzino è il figlio di un pregiudicato del posto.

Gli inquirenti stanno indagando su quale arma sia stata utilizzata. Potrebbe essere un oggetto di metallo ma anche un bastone. Intanto, sono state prese sotto esame, anche le immagini delle videocamere di sorveglianza della zona. Del fatto sono stati informati anche i servizi sociali.

Il procuratore Ferruccio De Salvatore, come si legge su Il Fatto Quotidiano, ha affermato:

“Quando il minore possibile autore di un reato o di un fatto illecito non è imputabile, come in questo caso, si interviene attivando verifiche sulla condizione esistenziale del bambino e sulla capacità genitoriale. Quindi, si possono richiedere al Tribunale eventuali provvedimenti nei confronti dei genitori, se questi non si dimostrano adeguati ad un armonico sviluppo psico-fisico e della personalità del minore”.