Home Spettacolo Amadeus, la malattia preoccupa: ‘A Sanremo sarà sostituto da …’

Amadeus, la malattia preoccupa: ‘A Sanremo sarà sostituto da …’

CONDIVIDI

Il conduttore de I Soliti Ignoti, Amadeus, ha fatto preoccupare i suoi fan con le sue ultime dichiarazioni. Ecco cosa ha raccontato.

Non sono parole che fanno ben sperare quelle di Amadeus. Il conduttore ha infatti sottolineato i rischi della malattia e come questi potrebbero influire negativamente durante la conduzione di uno dei programmi più attesi dell’anno: Sanremo 2021.

Amadeus, la paura della malattia

Le recenti parole del conduttore hanno stupito tutti i fan.

Sanremo: ‘Se mi ammalo condurrà lui’

C’è chi addirittura ha messo in dubbio il Sanremo 2021 eppure Amadeus è quasi certo che si farà. Lo spettro della pandemia pregiudica tutto e può cambiare le carte in tavola da un momento all’altro. Il conduttore dopo il successo della prima esperienza, è stato chiamato a rivestire di nuovo i panni di conduttore e direttore artistico dell’amata kermesse.

La paura è che la malattia che sta mettendo in ginocchio l’intero mondo possa in qualche modo compromettere la salute dello stesso conduttore e quindi ritrovarsi così nell’esigenza di una possibile sostituzione. Fiorello ha confessato in una recente intervista concessa a Fabio Fazio:

“Penso che il 2021 sarà la fine della mia carriera. Perché Amedeo Sebastiani mi porterà alla rovina e io poi lo seguo. Un giorno mi chiama e mi dice che il pubblico lo mettiamo su una nave, poi in una serra… E poi mi dice che se dovessi ammalarsi dovrei condurlo io Sanremo! È pazzo”.

Sentire addosso il peso dello show non è facile.

Sanremo 2021 e la speranza nei vaccini

Con le vaccinazioni contro il virus si spera che il pericolo Covid sia scongiurato una volta per tutte. Il conduttore de I Soliti Ignoti ha confessato di non badare a replicare il successo dello scorso anno. Il presentatore ha completamente un altro spirito:

“Come faremo a replicare quello che abbiamo fatto l’anno scorso? Noi dobbiamo fare questo Sanremo con lo stesso spirito. Anche se sarà storicamente diverso e più difficile, vogliamo far passare 5 giorni di serenità. E ci sono tante novità e stiamo organizzando un grande spettacolo. Ci sono mille sorprese anche da parte di Fiorello”.

Ma è il tema della sicurezza quello a creare più dubbi:

“Ci sarà il rispetto totale delle regole sanitarie a Sanremo e parleremo anche della campagna vaccinale, che è l’inizio di un nuovo tempo”.

Il presentatore ha quindi accolto l’appello di Franco Locatelli, che ha chiesto la possibilità di incentivare al vaccino gli italiani anche grazie alla seguitissima kermesse.