Home News Allerta maltempo 6 ottobre, quali sono le Regioni a rischio?

Allerta maltempo 6 ottobre, quali sono le Regioni a rischio?

CONDIVIDI

Allerta maltempo 6 ottobre dopo la diramazione da parte della Protezione Civile per circa sei regioni: ma quali sono?

Allerta maltempo 6 ottobre, quali sono le Regioni a rischio?

Quali sono le sei regioni interessate dall’allerta maltempo 6 ottobre diramata dalla Protezione Civile? Ecco le previsioni per la giornata di oggi.

Le regioni a rischio maltempo

Il maltempo sta flaggellando tutta Italia con venti, piogge, mareggiate e temporali che non lasciano molto all’immaginazione. La situazione al Nord Italia non è ancora sotto controllo soprattutto in Piemonte, Veneto e Liguria che devono fare i conti non solo con i danni ma anche con il bilancio dei morti che tende a salire vertiginosamente.

La Protezione Civile ha diramato l’allerta codice giallo anche per la giornata di oggi e sono sei le Regioni interessate da tali fenomeni. Come si legge sul sito ufficiale il bollettino parla di rischio idraulico che potrebbe riguardare soprattutto:

  • Piemonte nella zona di Toce
  • Emilia Romagna nella zona centrale, bassa collina occidentale, bassa collina orientale e costa di Ferrara
  • Lombardia nella bassa pianura occidentale, zona Prealpi, Lario, Laghi, Pianura centrale e Bassa pianura occidentale
  • Veneto nelle zone di Basso Adige, Po, Monti Lessini, Basso Brenta Bacchiglione, Adige Garda, Canalbianco – Fissero – Tartaro.

Rischio temporali anche in Puglia soprattutto nelle zone di Lenne, Salento e Bacini del Lato. Naturalmente non mancano le allerte per ordinaria criticità rischio idrologico anche in Umbria.

Le previsioni meteo che sono previste per la giornata di oggi sono concentrate sulla tregua che potrebbe dare il maltempo ad esclusione delle zone sopra esposte. Sud e Centro avranno  una giornata soleggiata con qualche nuvola sparsa, ma con clima asciutto. Non mancheranno le temperature basse al mattino e alla sera, con qualche rialzo nel pomeriggio presto.

Questi dati possono cambiare continuamente per questo motivo il consiglio è quello di consultare il sito ufficiale della Protezione Civile, al fine di avere le informazioni dettagliate sulla propria Regione di appartenenza.