Home Personaggi Alberto Sordi, l’icona del cinema italiano oggi compierebbe 100 anni

Alberto Sordi, l’icona del cinema italiano oggi compierebbe 100 anni

CONDIVIDI

Sai tutto su Alberto Sordi? Scopriamo insieme alcune curiosità relative a uno degli attori romani più famosi del cinema italiano

Alberto Sordi

Approfondiamo insieme la vita pubblica e privata di uno dei mostri sacri della cinematografia italiana, Alberto Sordi!

Chi è Alberto Sordi

Nasce a Roma, il 15 Giugno del 1920, sotto il segno zodiacale dei Gemelli. Oggi, quindi, compie 100 anni ed è ancora ricordato come uno degli attori più importanti del cinema italiano, nonostante la sua scomparsa avvenuta nel 2003.

Trascorre gran parte della sua infanzia a Valmontone, mostrando fin da piccolo un innato interesse per lo spettacolo e per la recitazione.

Studia a Milano, dopo di che torna nella Capitale e inizia a lavorare come comparsa a Cinecittà. Lì vince un concorso per il doppiaggio e inizia ad avere un ruolo di rilievo in questo settore.

Fra gli altri, presta la voce a Stanlio, della mitica coppia comica Stanlio e Onlio, e a Marcello Mastroianni, nella pellicola Domenica d’Agosto.

Per quanto riguarda la carriera di Sordi come attore, esordisce nel 1937 quando interpreta un soldato generico in “Scipione l’africano”. Appare poi in film come Il feroce Saladino (1937), Cuori nella tormenta (1940), Le signorine della villa accanto (1942), I 3 aquilotti (1942) e Sotto il sole di Roma (1948).

L’inizio del suo trionfo cinematografico avviene nel corso degli anni ’50, quando lavora ne I vitelloni di Federico Fellini e in Un americano a Roma di Steno.

Sordi recitò in centinaia di film e sarebbe difficile elencarli tutti, ma, tra i maggiori, compaiono Venezia, la luna e tu, La grande guerra, tutti a casa, Detenuto in attesa di giudizio, Il malato immaginario, Io so che tu sai che io so, Un borghese piccolo piccolo, Il tassinaro, Nestore, l’ultima corsa e Incontri proibiti.

Una delle scene più iconiche che lo vedono protagonista è quella che si svolge in Un americano a Roma: Sordi interpreta Nando, un uomo con il desiderio di andare in America, e mangia un piatto di pasta, intraprendendo un vero e proprio dialogo con essa, colpevole di aver rivelato la sua vera italianità.

Alberto Sordi scomparsa il 24 Febbraio del 2003, a causa di un tumore ai polmoni contro il quale combatteva da tempo, nella sua Roma. Nella medesima città, gli è stato dedicato l’edificio “Galleria Colonna”, sito in piazza Colonna e che comprende una galleria commerciale.

Vita privata e curiosità

I suoi genitori si chiamavano Pietro Sordi e Maria Righetti. Per il resto, non si conoscono molti dettagli relativi alla sua vita privata. Nonostante fosse un personaggio pubblico e molto conosciuto, infatti, era molto riservato nei riguardi della sua vita intima.

Per quanto riguarda la sua vita sentimentale, sappiamo che non si è mai sposato e che non ha mai avuto dei figli. Però, gli sono stati attribuiti vari flirt, che il diretto interessato non ha mai confermato né smentito. Tra i vari flirt attribuitegli, compaiono i nomi di Katia Ricciarelli, Shirley McLaine e Patrizia De Blank.

Ha avuto anche delle relazioni piuttosto lunghe, come quella con Andreina Pagnani, che aveva 15 anni in più di lui, e quella con l’attrice Uta Franz, con cui si era avvicinato all’altare.

Silvana mangano, invece, fu il suo grande amore platonico, ma non è chiaro se ci sia mai stato qualcosa tra i due.

Secondo alcune indiscrezioni, sembra che Sordi non si sia voluto sposare e non abbia voluto avere figli di proposito. Il motivo? pare che l’attore prendesse tutto ciò che faceva molto sul serio e per questo riteneva che non avrebbe potuto mai dedicarsi a pieno al ruolo di marito e di padre per via del suo lavoro molto intenso.