Home Spettacolo Al Bano ‘Mi stavo incattivendo’: il retroscena sulla scomparsa di Ylenia

Al Bano ‘Mi stavo incattivendo’: il retroscena sulla scomparsa di Ylenia

CONDIVIDI

Il celebre cantante italiano si rivela e a cuore aperto confessa il suo disagio nei confronti della scomparsa di Ylenia e della mancanza di Cristel

Al Bano, la verità sulla figlia Ylenia

Scopriamo di più sulla sofferenza di Albano Carrisi, causata dalla scomparsa della figlia Ylenia e dalla lontananza di Cristel!

Al Bano si confessa sulla figlia Ylenia

Al Bano torna a parlare di un argomento su cui spesso sia lui che Romina Power si sono focalizzati, cioè la scomparsa dell’amatissima figlia Ylenia, avvenuta nel 1994:

“Vivevo una grande crisi. Mi stato incattivendo, non sembravo più nemmeno io.(…)”

Il cantante di Cellino San Marco, raggiunto telefonicamente da Gente, si è confessato sul suo saldo rapporto con la fede e sulla crisi scatenata dopo la scomparsa della sua primogenita.

“Senza fede vivevo male, mi sentivo smarrito. Ho capito che stavo sbagliando: anche il buon Dio ha sacrificato il figlio sulla croce, chi ero io per avere una vita soltanto facile e privilegiata?”

Oltre a Ylenia, prematuramente scomparsa nel 1994, Al Bano e Romina Power hanno avuto altri tre figli. Uno di questi manca molto al cantante, che non può vedere da diverso tempo.

Al Bano e Cristel non si vedono da tempo, i motivi

Si tratta della figlia Cristel, che vive in Croazia, per l’esattezza a Zagabria, con il marito e i due figli, Kay e Cassia. Sul fatto di essere lontano dalla figlia Al Bano ha ammesso:

“Per il problema del Coronavirus preferisce giustamente non viaggiare. Non vedo l’ora rivederla assieme ai miei due nipoti”.

Al Bano ha detto la sua anche sull’attuale stato di emergenza. Il cantante ha rivelato di sentirsi fortunato per come sono andate le cose a lui e alla sua famiglia.

“Purtroppo in giro si vede tanta imprudenza e si leggono notizie che non si vorrebbero mai sentire.”

Il cantante ha rivolto un appello ai giovani a non fare sciocchezze e non abbassare il livello di prudenza.