Terribile notizia per gli affittuari, nuovi prezzi dal mercato immobiliare: che batosta

Ecco cosa devono aspettarsi gli affittuari, l’annuncio incredibile arriva direttamente dal mercato immobiliare, che svela l’ultima batosta.

annuncio arriva dal mercato immobiliare
annuncio arriva dal mercato immobiliare – LettoQuotidiano.it

La crisi data dalla pandemia e dalla guerra in Ucraina non lascia respirare neanche l’Europa e in particolare l’Italia. Oggi vi sveliamo come l’inflazione si è ripercossa anche sui prezzi degli affitti, che sono aumentati in maniera spropositata.

Continuate a leggere per scoprire l’ultima novità davvero negativa del mercato immobiliare. La notizia farà andare su tutti i i nervi gli affittuari italiani.

Brutte notizie per gli affittuari: aumentano i prezzi

I prezzi degli affitti delle abitazioni sono aumentati dal 18,8% al 12,8% a giugno in tutt’Italia.

I prezzi degli affitti delle case non sono esenti dal trend inflazionistico che affligge l’economia italiana. E questo, nonostante la crisi del virus sia stata un forte terremoto per il mercato che, almeno inizialmente, ha depresso la domanda di affitti, l’ha spostata all’acquisto e ha rilasciato pressioni sui prezzi degli affitti.

Tuttavia, quella tregua è finita nel giro di pochi mesi e la maggior parte delle regioni italiane ha già raggiunto i prezzi massimi storici a giugno, secondo gli ultimi dati diffusi online.

Affittuari
Affittuari – LettoQuotidiano.it

Mai una casa in affitto costa tanto quanto adesso. Il canone di locazione è in rialzo e, a quanto pare, con aumenti senza freno. Tra le ragioni di questo aumento, troviamo che la domanda di locazione è riemersa così rapidamente che il mercato non le dà il tempo di assorbirla.

Inoltre, è diminuita l’offerta, che è stata ridotta in modo molto significativo negli ultimi mesi, forse per le misure di controllo dei prezzi, che hanno aumentato l’incertezza tra i proprietari, provocando un aumento maggiore tra i nuovi contratti.

Questo aspetto determina un gap ancora più accentuato tra domanda e offerta che, sommato all’incessante aumento dell’inflazione, fa sì che i prezzi mantengano un trend al rialzo. L’inflazione, infatti, è un fattore che spinge anche i proprietari ad alzare il prezzo degli affitti per continuare a ottenere redditività.

Ecco la situazione nelle città italiane

Uno sguardo più dettagliato al mercato indica che questa situazione si estende a moltissime città italiane.

A Milano, ad esempio, l’affitto di una stanza costa 620 euro: stiamo parlando di un più 20,1% rispetto all’anno passato.

Affitto
Affitto – LettoQuotidiano.it

Tra le città più a nord, la conveniente sembra essere Pescara, dove l’affitto di una stanza si aggira intorno alle 219 euro.

Al sud, invece, si può ancora respirare, anche se gli stipendi sono più bassi: si parla di 256 ero a Napoli, 275 euro a Bari, 200 euro a Catania e a Palermo.

Gli studenti al sud possono ancora riuscire ad affittare una stanza singola, nonostante l’aumento dei prezzi. Al nord, invece, l’unica alternativa sembrerebbe essere quella di affittare una camera doppia, da condividere con qualcuno.