Funghi di mare, attenzione in acqua: te li becchi in un baleno | Pochi sanno riconoscerli

La pitiriasi versicolor è una dermatosi fitoparassitaria, sono dei funghi di mare, una delle malattie più comuni che colpiscono gli esseri umani.

Funghi di mare
Funghi di mare – Lettoquotidiano.it

Viene considerata una patologia cutanea abbastanza comune, è dovuta a dei funghi e praticamente tutti ne soffrono prima o poi nella loro vita.

Funghi di mare, te li becchi in un baleno

Se vi è capitato di andare ed al mare e di vedere che la pelle non si abbronza in parte o nulla tutto, e che rimangono delle macchie bianche soprattutto sul dorso sulla schiena e sulla parte alta del corpo è possibile si tratti di un fungo, che da origine ad una malattia che si chiama Pitiriasi versicolor.

Il fungo tende a vivere fisiologicamente sulla nostra pelle, in certe condizioni si modifica e produce degli enzimi che sciolgono, rompono la melanina, per cui sull’area delle pelle dove è presente il fungo non ci si pigmenta, o la pelle rimane più chiara.

Esistono tre tipi di micosi umane: superficiali, intermedie, come la candidosi, e profonde.
I cambiamenti di colore della pelle possono rimanere per diversi mesi dopo l’eliminazione del fungo.
La prognosi è buona e il trattamento è curativo, anche se relativamente spesso il paziente può avere un altro episodio, soprattutto se persistono i fattori predisponenti.
Per prevenire le recidive, è necessario utilizzare gel speciali una o due volte all’inizio del mese.
Donna sotto la palma al mare
Donna sotto la palma al mare – LettoQuotidiano.it

I sintomi della pitiriasi versicolor

Il paziente si rivolge di solito al medico perché presenta macchie tondeggianti, marroni in inverno e biancastre in estate, localizzate sulla parte superiore della schiena, sulle spalle e sul collo.

A volte possono comparire come lesioni pustolose follicolari nelle stesse sedi.

Il nome di questa micosi, “versicolor”, si riferisce al cambiamento di tono delle lesioni visibile in estate rispetto che in inverno.

pitiriasi versicolor
pitiriasi versicolor – lettoquotidiano.it

Infatti in inverno, le aree cutanee colpite hanno un colore rosa o tendente al brunastro, mentre in estate assumono un colore biancastro.

Questo avviene in quanto il fungo localizzato sulla pelle impedisce alle radiazioni solari di pigmentare l’area e produce anche una sostanza che blocca la pigmentazione.

Chi può soffrirne?

Può colpire persone di qualsiasi età, ma è più comune nei giovani adulti.
Esistono diversi fattori predisponenti, come temperatura e umidità relativa elevate, applicazione di oli, sudorazione eccessiva, pelle seborroica, trattamento con immunosoppressori o malattie debilitanti.
Funghi al microscopio
Funghi al microscopio – LettoQuotidiano.it

Si tratta di un fungo saprofita, cioè vive sulla nostra pelle senza causare malattie.

Poiché tutti hanno questo fungo, la malattia non è contagiosa. Non è trasmessa né direttamente né indirettamente dalle squame che compaiono sulle lesioni.

Nella maggior parte dei casi, il trattamento topico è sufficiente. I lavaggi al solfuro di selenio sono indicati per i primi tre giorni e la schiuma va tenuta per quindici minuti. Questo trattamento viene integrato con agenti antimicotici topici.