45enne trovato morto nel Lodigiano: l’ipotesi più accreditata è l’omicidio

Nel Lodigiano, precisamente a Caselle Lurani, un 45enne è stato trovato morto. Ad ucciderlo sarebbero state delle ferite da arma da taglio alla gola. Uno dei suoi due coinquilini pare essere fuggito, mentre l’altro è sotto interrogatorio attualmente.

Omicidio Lodigiano
Omicidio Lodigiano – Lettoquotidiano.it

In provincia di Lodi si è consumato verosimilmente un terribile omicidio (almeno ad oggi è questa l’ipotesi più accreditata). Un uomo è stato trovato morto con ferite da arma da taglio alla gola e si pensa che siano state quelle a causare la sua morte.

45enne trovato morto nel Lodigiano

Nel Lodigiano, un uomo di 45 anni è stato trovato morto, con ferite da arma da taglio alla gola.

Questo non è affatto un ottimo periodo per gli abitanti della zona se pensiamo che solo qualche settimana fa, sempre nel Lodigiano, ma a Corte Palasio, era stato trovato morto l’ex sindaco e giornalista Pierangelo Repanati nella sua abitazione.

Ad ucciderlo sarebbe stata sempre una ferita molto profonda, sempre alla gola. Le forze dell’ordine hanno pensato ad un incidente domestico, che ad oggi è l’ipotesi più accreditata, dal momento che non sono state trovate tracce né di irruzioni in casa sua, né di colluttazioni e che all’interno di casa sua non c’era nessun altro.

Ecco perché la primissima ipotesi di omicidio è stata depennata (almeno per il momento, poi non possiamo sapere cosa accadrà).

Carabinieri
Carabinieri – Lettoquotidiano.it

A distanza di poche settimane poi è stato trovato il corpo di un 45enne a Caselle Lurani, sempre nel Lodigiano. Ed in questo caso la stessa ipotesi non può essere affatto depennata, anzi pare essere ad oggi la più plausibile.

Un coinquilino è fuggito

Siamo in Via Borsellino a Caselle Lurani, in provincia di Lodi. I Carabinieri sono stati allertati da una segnalazione da parte di alcune persone della zona, che si lamentavano di aver sentito rumori riconducibili verosimilmente ad una lite violenta.

Arrivati sul posto i Carabinieri si trovano davanti agli occhi una scena raccapricciante: l’uomo di 45 anni era stato colpito alla gola e riportava quindi delle ferite da arma da taglio. Era ancora sanguinante in quel momento, ma per lui purtroppo non c’è stato nulla da fare.

Per adesso l’ipotesi più accreditata resta quella di omicidio. Ma chi è stato a compiere questo gesto? Non ci sono certezze ad oggi.

Ma i Carabinieri stanno cercando uno dei due coinquilini della vittima, un 25enne che pare essere andato via prima dell’arrivo dei militari.

Per questo motivo, proprio per poterlo trovare, gli inquirenti hanno allestito posti di blocco per controllare tutta la zona.

Nel frattempo, l’altro coinquilino, un uomo sulla quarantina, invece, al momento si trova nella caserma dei carabinieri di Lodi ed è sotto interrogatorio da parte del pm Aurora Stasi.