Ostia: tragedia all’ospedale Grassi, morto un infermiere

All’ospedale Grassi di Ostia è morto un infermiere di 51 anni, trovato in uno dei corridoi del polo sanitario.

Ambulanza
Ambulanza – LettoQuotidiano.it

I Carabinieri stanno indagando, dopo essere stati allertati nella notte fra il 18 e il 19 luglio.

Infermiere morto a Ostia

Il 51enne lavorava come infermiere presso l’ospedale Grassi di Ostia e i Carabinieri stanno indagando sulla sua morte che per ora, non avrebbe nessuna spiegazione logica.

A dare l’allarme è stata l’ex moglie, che nella notte fra il 18 e il 19 luglio ha ricevuto un messaggio sospetto e preoccupata, ha chiamato i Carabinieri.

Quando le forze dell’ordine sono giunte sul luogo di lavoro dell’uomo, lo hanno trovato senza vita disteso su una barella in uno dei numerosi corridoi che compongono il grande nosocomio.

Vicino all’uomo c’era una flebo e non è escluso che l’infermiere abbia compiuto un gesto disperato, togliendosi la vita tramite l’iniezione di un farmaco letale.

Questa per ora sembra l’ipotesi più accreditata ma bisogna aspettare la risposta dell’autopsia per stabilire se davvero sia questa la dinamica dei fatti.

Ospedale
Ospedale – LettoQuotidiano.it

I Carabinieri hanno anche acquisito le immagini delle telecamere per ricostruire i fatti e controllare i minuti precedenti la morte, finora misteriosa dell’uomo.

Le indagini

Per ora si stanno interrogando i colleghi dell’uomo e la sua ex compagna, colei che ha avvisato le forze dell’ordine in seguito allo strano messaggio ricevuto in un’ora tarda, molto insolita.

Fra i due la relazione era finita e fra le diverse tesi, si pensa che l’uomo possa aver sofferto per questa storia d’amore finita, tanto che l’ultimo pensiero prima di iniettarsi il farmaco letale, è stato verso la donna che era nel suo cuore. La donna preoccupata l’ha chiamato ma non ha risposto, quindi ha contattato il numero unico per le emergenze.

Questa ovviamente è solo una delle ipotesi ma non si esclude nessuna pista.

La flebo al braccio ovviamente rende papabile l’ipotesi del suicidio, anche perché gli investigatori hanno controllato lo smartphone ed effettivamente nel messaggio inviato prima di morire c’erano descritte le sue intenzioni.

La Scientifica sta effettuando i rilievi per delineare i contorni di questa tragedia che ha scosso tutto il personale dell’ospedale e l’intera cittadina di Ostia.

I colleghi stanno rilasciando anche in queste ore le loro dichiarazioni e a quanto emerso, sembra che l’uomo soffrisse molto per la separazione ma non aveva altri particolari problemi.

Si attendono anche i riscontri dell’autopsia, che diranno qual’è la sostanza che l’infermiere si è iniettato.