“Contiene cancerogeno”, ritirata questa famosissima crema solare: NON spalmartela

Quando si tratta della salute della pelle, la crema solare deve essere scelta con estrema cautela, per evitare possibili contenuti cancerogeni.

Creme solari cancerogene
Creme solari cancerogene – Lettoquotidiano.it

Ultimamente ci sono state molte notizie che hanno lanciato un allarme sulle creme solari. L’estate scorsa sono state richiamate delle creme solari spray dopo aver scoperto che contenevano benzene, un noto cancerogeno.

Come scegliere la crema solare

Donna prende il sole al mare
Donna prende il sole al mare – LettoQuotidiano.it

Per una cura efficace abbiamo bisogno di utilizzare una crema solare adatta alle esigenze della nostra pelle.

L’uso della protezione solare è essenziale per una buona salute della pelle. L’uso corretto di questo prodotto aiuta a combattere: rughe d’ espressione, macchie e altre condizioni causate dall’esposizione alle radiazioni solari. Inoltre può anche ridurre il rischio di cancro.

Per utilizzare correttamente una crema solare, è necessario sapere quali tipi esistono, da cosa proteggono e qual è la migliore per ogni tipo di pelle.

Così come in quale categoria di fototipo rientra la nostra pelle. Il fototipo è la capacità di ogni persona di adattarsi alla radiazione solare ed è ciò che determina se la pelle si abbronza o meno, nonché come e in che misura lo fa.

Crema solare
Crema solare – LettoQuotidiano.it

Esistono tre fototipi generali: chiaro, intermedio e scuro, ognuno dei quali necessita di protettori diversi perché più o meno soggetto ai raggi ultravioletti di tipo A (UVA), che provocano l’invecchiamento precoce, e di tipo A (UVB), che sono responsabili di ustioni e pigmentazione.

La grande differenza tra i fototipi è che, quando esposto al sole, il tipo chiaro tende a bruciarsi sempre, ma in realtà non si abbronza.

Per contro, quello intermedio a volte può bruciarsi, ma alla fine  si abbronza sempre, e infine il tipo scuro tende a non bruciarsi e si abbronza in fretta.

Ma in definitiva tutti i tipi di pelle necessitano di una strategia di fotoprotezione, sottolineano i dermatologi, che includa l’uso regolare della protezione solare, anche nelle giornate nuvolose e durante lo svolgimento delle attività di routine.

Quindi quando si acquista un protezione solare si dovrebbe considerare il fattore di protezione solare appropriato.

Benzene nelle creme solari

Dunque una buona protezione deve contemplare il tipo di pelle a cui apparteniamo e la crema solare scelta.

Ogni anno si ha notizia di creme solari ritirate dal commercio a causa di possibili componenti cancerogeni al suo interno. L’ultimo caso è dell’anno scorso ed ha interessato una nota casa farmaceutica multinazionale americana, che oltre a produrre farmaci ( ha anche prodotto un vaccino anticovid),  produce apparecchiature mediche, shampoo e creme anche solari, per la cura della persona.

Crema solare spray
Crema solare spray – LettoQuotidiano.it

In questo caso l’allerta riguardava un prodotto venduto in Australia, ossia la Neutrogena Ultra Sheer Body Mist Sunscreen Spray SPF 50+. Ad essere prontamente ritirati dal commercio  sono stati i lotti che scadevano il 30 agosto 2023 e precedenti.

Per lo spray ritirato (per cui non una crema), la motivazione è stata i livelli oltre i limiti di benzene, una sostanza cancerogena. Quindi meglio controllare al momento dell’acquisto questo brand, visto il precedente australiano ( ma in ogni caso vale per tutti…)
Per quanto la notizia sia dello scorso anno e abbia riguardato nello specifico il “mercato australiano” e dunque non quello italiano, è bene ribadire che la lettura dei componenti della crema solare o degli spray ci preservano da incauti acquisti.