Padova: bimba di 3 anni annega nel canale di irrigazione

A Padova una bimba di soli 3 anni annega in un canale dopo essere uscita dalla sua abitazione, per errore lasciata con il cancello aperto.

Bimba annega
Bimba annega – LettoQuotidiano.it

Inizialmente ne era stata denunciata la scomparsa, in seguito il macabro ritrovamento in un canale d’irrigazione vicino al fiume Gorzone.

La tragedia di Padova

Ancora una volta dobbiamo assistere alla morte di una bambina, stavolta nella frazione di Stanghella, in provincia di Padova.

La vittima era davvero molto piccola, parliamo infatti una bambina di soli 3 anni che oggi ha perso la vita per essere annegata in un canale di irrigazione.

Il suo nome era Affane Yakout e come si evince non era italiana, infatti era di origine marocchina e viveva con i suoi genitori a Mestre. La famiglia era in visita da alcuni amici e familiari a Stanghella ed è proprio qui che si è consumata la tragedia.

Affane stava giocando con i suoi cuginetti ma poco dopo era scomparsa e i suoi genitori l’avevano cercata ovunque, tanto da avvisare anche gli agenti del luogo su quanto accaduto.

Le ricerche sono state molto brevi, i Carabinieri infatti hanno ritrovato la salma della piccola in un canale di irrigazione parallelo al fiume Gorzone. Per lei non c’è stato nulla da fare.

Due ore dopo la denuncia da parte della famiglia, è stata ritrovata grazie al lavoro incrociato dei Carabinieri, i Vigili del Fuoco e la Protezione Civile.

Il corpo era impantanata nell’acqua dove probabilmente era scivolata senza riuscire più a salire, sia per la tenera età che per le acque melmose dei canali della zona.

La dinamica

Le forze dell’ordine stanno conducendo le indagini per capire la dinamica dei fatti, in particolare stanno ascoltando anche in queste ore le testimonianze dei genitori e di quanti erano presenti al momento della scomparsa.

Canale irrigazione
Canale irrigazione – LettoQuotidiano.it

Quello che doveva essere un allegro sabato in famiglia si è trasformato in tragedia e da quanto ricostruito finora Affane stava giocando con i suoi cuginetti nel giardino della casa dove era in visita con i genitori.

Ad un certo punto nessuno l’ha più vista, sembra che abbia lasciato il luogo uscendo attraverso il cancello che per sbaglio era stato lasciato aperto.

Probabilmente poi avrebbe camminato fin quando è caduta nel canale e ha perso la vita.

I conoscenti della famiglia si stringono al loro dolore e moltissime persone sono previste ai funerali che si terranno in questi giorni a Mestre, dove da tempo vivono i marocchini.