Alcol vietato ai minori di 40 anni, ecco perché prima degli ‘anta’ è meglio evitarlo

L’alcol vietato ai minori di 40 anni è il tema della ricerca condotta dall’Institute for Health Metrics ad Evaluation dell’Università di Washington.

Alcol
Alcol – LettoQuotidiano.it

Vediamo per quale motivo chi non è entrato negli ‘anta’ non dovrebbe assumere alcolici e quali sono i rischi correlati.

Alcol vietato ai minori di 40 anni

L’alcol ha effetti negativi sull’organismo, soprattutto se consumato in quantità elevate. Secondo la ricerca dell‘Institute for Health Metrics ad Evaluation, dell’Università di Washington a Seattle, il consumo di alcol aumenta il rischio di incidenti stradali, lesioni e anche omicidi.

Pubblicato sulla rivista scientifica inglese ‘The Lancet‘, lo studio non evidenzia nessun beneficio che deriva dal consumo di alcol, tuttavia mette in luce i rischi per la salute come cirrosi, disturbi cardiovascolari e lo sviluppo di patologie come il diabete.

Gli autori del progetto hanno analizzato le abitudini di persone che abitano in 200 paesi e territori differenti, concentrandosi sul vizio dell’alcol. La ricerca ha mostrato come le persone che consumano una grande quantità di alcol siano aumentate in percentuale rispetto al 2020 e quasi il 77% di esse sono uomini.

Aperitivo
Aperitivo – LettoQuotidiano.it

Di loro, più della metà consumano troppo alcol fra i 15 e i 39 anni. Le conseguenze sono davvero dannose e si rischiano gravi malattie se questa cattiva abitudine si protrae a lungo.

Come sostengono gli scienziati che hanno condotto lo studio, il messaggio è molto semplice

“i giovani non dovrebbero bere, ma gli anziani possono trarre piccoli benefici da un live consumo di alcol. anche se è difficile far smettere i giovani, è importante che tutti siano informati sui rischi in merito così da sensibilizzare e informare le persone sulla propria salute”.

Per gli under 40 la quantità raccomandata al giorno poco meno di un bicchiere di birra, ancor meno se si tratta di vino, nelle donne è un quarto di una bevanda standard, identificato più o meno come un bicchiere da 100ml.

E sopra i 40 anni?

Al contrario, la ricerca ha anche evidenziato come un moderato consumo di alcol sopra i 40 anni può addirittura diventare salutare. A patto ovviamente che la quantità non sia eccessiva e che non si soffra di particolari patologie.

Il classico bicchiere di vino a pranzo o a cena e il drink con gli amici la sera, possono portare addirittura dei benefici, come la potenziale riduzione del rischio di sviluppare malattie relative al cuore. Secondo il sito della Mayo Clinic, una quantità moderata di alcolici aiuta anche a combattere il rischio di ictus ischemico.