Basilico, se non compi quest’azione entro metà giugno ritrovi tutta la pianta morta

Il basilico, per quanto sia una pianta tipicamente estiva, si può coltivare in casa persino nel cuore dell’autunno, adottando qualche misura precauzionale.

Basilico secco
Basilico – LettoQuotidiano.it

Tra le piante aromatiche più apprezzate e utilizzate in cucina troviamo sicuramente il basilico. Una tra tante ricette a cui potremo dar vita grazie al nostro fido basilico è il pesto alla genovese.

Sono piante prevalentemente a fioritura estiva, di conseguenza è piuttosto improbabile che vengano reperite in natura durante l’inverno, in quanto soffrono il freddo. Scopriamo come curare una pianta di basilico in vaso in modo da averla a propria disposizione in cucina tutto l’anno.

Basilico in casa tutto l’anno

Il basilico ha molte proprietà, oltre ovviamente al suon fantastico aroma, con il quale possiamo tenere alla larga le zanzare. Si può decidere di comprare una pianta già cresciuta o di piantare noi stessi dai semi. In tal caso si procede come segue.

Foglie di basilico
Foglie di basilico – LettoQuotidiano.it

Cominciamo dalle basi, per capire di che tipo di contenitore si ha bisogno. Nel caso del basilico, si raccomanda di utilizzare la terracotta, aggiungendo sul fondo uno strato di argilla e pietre in modo da prevenire il possibile ristagno dell’acqua.

Non sono necessarie cure particolarmente impegnative, tuttavia, prima di seminare, è opportuno predisporre un terreno adatto per la nostra pianta odorosa.

Di conseguenza, per ottenere un terreno favorevole, è indispensabile che venga alimentato con compost e concime organico. Prima della semina, è necessario un secondo passo: bagnare il terreno e lasciare che riposi per un giorno.

A questo punto si può iniziare a seminare, prestando attenzione a interrare i semi a 1-2 centimetri di profondità e a 15 centimetri uno dall’ altro. Copriamo ora con uno strato di terriccio e versiamo un po’ d’acqua per inumidirlo.

Per avere e conservare una pianta di basilico rigogliosa, non occorre che si abbondi con l’acqua, unica attenzione il terreno deve risultare sempre leggermente umido.
 Basilico fresco in vaso di coccio
Basilico fresco in vaso di coccio – LettoQuotidiano.it

In 4 settimane, si vedranno le foglie di basilico cresciute quel che occorre a che siano raccolte per diventare parte integranti delle nostre specialità in cucina.

Azioni da compiere a giugno per averlo rigoglioso

Quest’erba aromatica dalle foglioline di un verde lucente ha molte proprietà benefiche, è ricco di vitamine e sali minerali. Esiste anche una varietà di basilico le cui foglie sono di un bel cor porpora, dal un profumo intenso, molto conosciuto e impiegato nel sud est asiatico.

Quando si raccolgono le foglie della pianta, si deve sempre procedere con le foglie più grandi, che sono anche le più vecchie. Non appena spuntano i fiori in giugno, occorre toglierli immediatamente per stimolare la pianta a svilupparsi in modo più robusto e folto.

La natura ha i suoi cicli biologici i quali vedono il loro apice con la fioritura della pianta, e questo vale anche per la nostra pianta di basilico.

Foglie di basilico con fiori
Foglie di basilico con fiori – LettoQuotidiano.it

Nello stesso momento che questo accade, perché la pianta possa proseguire nel suo rinnovamento, il basilico invia tutte le sue energie nella fioritura, per la prosecuzione della specie.

Nel basilico dunque vediamo comparire piccole spighe che contengono petali bianchi, e questo avviene a partire da giugno per andare avanti in tutto il periodo estivo e dunque fino a settembre.

Gli insetti, agendo da impollinatori assicurano la diffusione delle nuove piantine.

Questo per noi però sta a significare che è arrivata la fine della crescita della pianta. Al contrario eseguire la pronta potatura dei fiori e di alcuni steli, porterà la pianta alla produzione di altri rami e altre foglie.