Detersivi lavatrice, le marche peggiori: contengono sostanze pericolosissime

E’ impossibile fare a meno dei detersivi lavatrice ma, almeno, possiamo scegliere quello meno dannoso e inquinante. Per una scelta informata, bisogna sapere cosa contengono i prodotti delle varie marche: un nuovo test tedesco rivela quanto siano inquinanti i detersivi liquidi per la lavatrice.

Detersivi per la lavatrice
Detersivi – LettoQuotidiano.it

La rivista tedesca Ökotest ha condotto un’analisi su 21 detersivi lavatrice presi a campione (tra cui brand ecologici) allo scopo di evidenziare la loro efficacia, composizione e, soprattutto, pericolosità per l’ambiente e per la salute.

Che cosa è emerso da questo test?

Detersivi lavatrice con sostanze dannose: i risultati dello studio Ökotest

I risultati del test mostrano che i detersivi per lavatrice sono, senza dubbio, efficaci ma la stragrande maggioranza dei prodotti esaminati contengono ingredienti inquinanti e pericolosi per l’ambiente e per la nostra salute.

I composti più pericolosi presenti nei detersivi sono boro, metilisotiazolinone, profumi, sbiancanti ottici e composti plastici idrosolubili. I composti del boro sono presenti nella metà dei detergenti liquidi testati. In quantità eccessive, possono danneggiare la fertilità: potremmo farne benissimo a meno.

detersivo lavatrice marche peggiori
detersivo lavatrice marche peggiori – Lettoquotidiano.it

Il MIT (metilisotiazolinone) può essere responsabile di allergie: l’analisi di Ökotest rivela che 4 prodotti su 21 ne contengono a livelli troppo alti (Dash, Sunil, Spee e White Giant). Solo 5 detersivi su 21 non contengono sbiancanti ottici, sostanze che entrando nelle acque reflue possono inquinare l’ambiente.

Tutti i detersivi contengono profumi che possono provocare allergie. Tra questi profumi, il Lilial (presente nei detersivi liquidi Ariel e Sunil) può essere un pericolo per la riproduzione.

I composti di plastica solubile sono inquinanti al pari delle microplastiche.

Detersivi lavatrice: dal migliore al peggiore

La rivista tedesca ha scoperto che l’etichetta di gran parte dei detersivi esaminati non riporta tutte le informazioni utili, gli ingredienti. Per conoscere gli ingredienti, i consumatori devono cercare le relative schede tecniche su Internet ma queste schede non sono di facile utilizzo per gli utenti.

Tirando le somme, i ricercatori consigliano solo 1 detersivo tra i 21 prodotti analizzati perché contiene pochissimi ingredienti chimici (assenti quelli già descritti nel paragrafo precedente): è il detersivo ecologico Ecover, commercializzato anche in Italia.

detersivo lavatrice
detersivo lavatrice marche peggiori – Lettoquotidiano.it

I detersivi peggiori, che si trovano in fondo alla classifica, sono Dash, Persil e Lenor. Il detersivo Ariel e Formil (Lidl) ottengono un punteggio lievemente superiore. Per la tutela dell’ambiente, Ökotest raccomanda di lavare a basse temperature usando i detersivi meno inquinanti al giusto dosaggio.