Digitale terrestre, da oggi cambia tutto: nuova numerazione | Nessuno trova più i canali

In seguito al digitale terrestre, la televisione italiana ha realizzato un importante e finale passaggio in direzione di una tv di alta qualità.

Digitale terrestre
Digitale terrestre – LettoQuotidiano.it

L’ultima fase della nuova organizzazione del digitale terrestre in cinque regioni è iniziata il 1° maggio.

Digitale terrestre, ri-cambia tutto

La riorganizzazione delle frequenze del digitale terrestre interessa al momento cinque regioni ovvero: Liguria, Umbria, Toscana, Lazio e Campania.

In queste regioni sarà necessario per vedere i programmi i alta definizione procedere nuovamente alla risintonizzazione. Un processo ormai avviato che dovrebbe vedersi concluso per il restanti regioni entro 30 giugno.

Dovrete risintonizzare il vostro televisore o il decoder per proseguire con le immagini e i programmi che vi interessano. Anche se alcuni dispositivi si occupano della risintonizzazione in autonomia. In questo modo veniamo alleggeriti da qualsiasi preoccupazione.

Quali cambiamenti dobbiamo aspettarci

In particolare, in questo caso sono interessati i canali che si posizionano tra l’1 e il 9 della televisione, nonché quelli dal 20 in su. Proprio un esempio del Ministero dello Sviluppo contribuisce a capire: il canale Rai 1 HD, che attualmente è visualizzato alla numerazione 501, si sposterà al numero 1.

Digitale terrestre, guardare la tv
Digitale terrestre, guardare la tv – LettoQuotidiano.it

Mentre l’immagine si arricchisce di una qualità superiore, uno degli svantaggi è rappresentato dal fatto che i canali che trasmettono con la codifica MPEG-4 possono essere visti solo da dispositivi che riconoscono l’HD (alta definizione).

Controlli da eseguire

Se vivi in una delle 5 regioni italiane sopra menzionate, prova a vedere un canale che è già in HD, come ad esempio RAI1 HD sul canale 501, o, altro in modo analogo.

Se la visuale, anche solo di un solo canale è possibile, significa che il tuo televisore riceve il segnale in HD.

Al contrario, se così non fosse si dovrà provare la risintonizzazione dei canali. Bisogna ricordare che il nuovo modello, Mpeg4 H.264, non presuppone in ogni caso che i canali siano in HD.

Cattivo segnale in digitale terrestre
Cattivo segnale in digitale terrestre – LettoQuotidiano.it

Stando agli annunci recenti, per il momento saranno in alta definizione (HD), i tre canali della tv di stato (Rai1, Rai2 e Rai3), e i tre principali canali del Biscione (Canale 5, Italia1 e Rete 4) e i canali Discovery.

Alla base del passaggio al digitale terrestre di ultima generazione figura la scelta europea di alienare la banda 700 MHZ alla telefonia mobile.

Le emittenti televisive i sono per forza di cose dovute organizzarsi su uno spettro di frequenze più piccolo; il digitale terrestre di seconda generazione permette di conservare un medesimo numero di canali detenendo un posto inferiore nell’etere.