Quanti caffè bere al giorno? Attenzione a non superare questa dose

Le origini del caffè coltivato in tutto il mondo si possono far risalire indietro nei secoli, ad un’eredità delle antiche foreste di caffè poste sull’altopiano etiope.

chicchi di caffè -LettoQuotidiano
Caffè -LettoQuotidiano

Ogni Paese ha il suo modo di preparare e assaporare il caffè.

Funzione sociale del caffè

Acqua, tè e caffè sono le tre bevande più consumate al mondo. Tuttavia il caffè è una bevanda che viene consumata a ogni latitudine, non incorre in stagionalità in quanto si beve in ogni periodo dell’anno (d’estate anche freddo), e non conosce limitazioni tra le tipologie della popolazione.
In definitiva in tutto il mondo non c’è bevanda che incontri un gradimento maggiore.

I vari tipi di caffè coltivati e degustati consentono non solo di dare inizio ad una giornata di lavoro al meglio, ma anche per la funzione sociale che rappresenta.

Oltre alla varietà, fa molta differenza la caffettiera impiegata, una moka nuova o mai utilizzata non ci darà l’aroma che desideriamo, a parità di miscela utilizzata. Lo sanno bene gli italiani che al solo pensiero di cambiare la guarnizione entrano in ansia.

I veri intenditori vi diranno che gustano il caffè senza zucchero, per sentirne al meglio l’aroma.

Si tratta quasi di un rito ( da non confondere con il rito del te), che permette alle persone di condividere il tempo nella sua degustazione, scambiando due parole.

Una pausa dal lavoro non può dirsi tale se non  si prende un caffè: Preludio ad un incontro quante volte abbiamo o ci è stato detto: “Perché non andiamo a bere un caffè?”.

Come si beve il caffè nel mondo

Il mondo del caffè è molto ampio e ci sono molte opinioni su “come ” si prepara un buon caffè.

I greci ad esempio preferiscono quello solubile, che preparano riscaldando del latte o dell’acqua fredda.

In Spagna, viene servito con un espresso mescolato al latte, con lo zucchero sostituito dalla cannella.

In Brasile, la gente consuma il proprio caffè, in pratica il consumo è locale! Ai brasiliani piace molto nero, molto caldo e molto dolce! Preferibilmente bevuto in tazze piccole.

E quello americano? Dopo aver fatto un piccolo espresso in cui far scorrere dell’acqua calda ne fanno una lunga equilibrata bevanda.

Quale che sia i modo di prepararlo, quanti caffè si possono bere nel corso di una giornata?

Quante tazzine al giorno?

Non tutti conoscono le sorprendenti particolarità o le potenzialità e agli effetti sull’organismo di questa bevanda scura.
Inoltre si tratta di un argomento piuttosto controverso.
Alcuni promotori del suo uso sostengono che apporti enormi benefici, tra le quali l’accrescimento della capacità fisiche ed intellettuali.
La caffeina in esso contenuta  è considerata una sostanza psicoattiva, ovvero una droga.
Le questioni legate ai suoi effetti sulla salute continuano ad essere approfondire anche in virtù del grande consumo che se ne fa.
Dunque alla luce di quanto appena detto e trattandosi di una bevanda psicoattiva,  può essere assunta, ma con moderazione.
Il caffè per il suo contenuto può far aumentare anche se di poco, la pressione sanguigna, si tratta di un effetto di breve durata, che non determina però l’aumento delle patologie cardiovascolari.
Per una persona sana assumere dalla 3 alle 4 tazzine al giorno, sembra non potere apportare alcun danno alla salute, tuttavia bisogna sempre controllare le eventuali interazioni della bevanda con alcuni farmaci.
Considerato lo stimolo fisico e mentale in chi la consuma questa bevanda, il quantitativo di 3/4 tazzine fa molta differenza per i consumatori abituali od occasionali, che dovranno diminuire il numero di assunzioni se, in contemporanea assumono altre bevande eccitanti. Questo perché di norma, le bevande nervine possono influire sul sistema nervoso e sulla pressione arteriosa.
Funzione sociale del caffè -Lettoquotidiano