Britney Spears ha vinto, il padre ha rinunciato alla tutela legale: la star è libera

L’hashtag #freeBritney oggi è diventato un modo per festeggiare una parziale vittoria nella battaglia legale contro la tutela del padre: scopriamo cosa è successo.

Un colpo di scena nella vita privata e professionale della reginetta del pop, che ha sorpreso tutti: una grande vittoria non solo per la star ma anche per il movimento #FreeBritney.

Caso Britney Spears: gli ultimi aggiornamenti

Dopo lunghi mesi di lotta da parte di Britney e dei suoi fan, Jamie Spears, il padre della star, ha deciso di rinunciare alla tutela legale della figlia.

Ad ufficializzarlo è un atto depositato dall’uomo in risposta all’istanza presentata dalla figlia presso la Corte superiore di Los Angeles.

Il caso di Britney Spears è diventato famoso in tutto il mondo, grazie al grande movimento con l’hashtag #FreeBritney.

Una battaglia lunga e dolorosa, che sembrava impossibile sconfiggere, dato che anche il giudice del Tribunale di Los Angeles si è schierato dalla parte di Jamie Spears e ha addirittura sottolineato che non ci sono motivi concreti per sospendere la tutela legale.

Tutto sul caso di Britney Spears

Lei era una “prigioniera”, aveva tantissime restrizioni e subiva continuamente “abusi” da parte di suo padre.

Ad esempio, non poteva andare da sola dal ginecologo, non poteva spendere i propri soldi, di guidare una macchina o di uscire con il suo fidanzato.

Per questo è nato il #FreeBritney, un movimento di cui fanno parte tantissimi suoi fan che sono scesi in piazza a protestare per aiutare la cantante a riprendere la propria vita in mano.

Questa battaglia, è stata condivisa anche da tantissime altre star, come: Paris Hilton e Madonna.

Tutto è iniziato nel 2008, quando Jamie Spears è diventato il tutore legale della figlia Britney, assumendo il pieno controllo della sua vita privata e professionale.

Solamente a fine giugno, per la prima volta,  la cantante aveva testimoniato in aula parlando pubblicamente della sua situazione:

“Ho detto al mondo intero che sto bene e sono felice. È una bugia. Ero sotto shock. Sono traumatizzata. Ora vi dico la verità, ok? Non sono felice. Non riesco a dormire. Sono arrabbiata da matti. E sono depressa. Piango ogni giorno”.

Una dichiarazione che ha confermato tutti i timori dei suoi sostenitori del movimento #FreeBritney.

Leggi anche –> Britney Spears furente di rabbia: “Non mi esibirò sul palco”