Vendeva cure miracolose contro il cancro: arrestato oncologo a Foggia

Il medico Giuseppe Rizzi è accusato di concussione aggravata e continuata insieme alla complicità della sua compagna.

Rizzi
Il medico ha incassato 130mila euro da iniezioni gratuite

Delle cure costosissime e che non hanno prodotto alcune effetto, è questa la storia di un 60enne foggiano il quale ha “tentato” di guarire un carcinoma irreversibile. Sarà stata proprio la disperazione dell’uomo, morto poi nel 2019, a far consegnare circa 130mila euro nelle mani di Giuseppe Rizzi.

Le iniezioni del dottor Rizzi si sono rivelate del tutto inutili per l’uomo

Come specificato successivamente dall’avvocato della famiglia del paziente, l’oncologo pugliese non avrebbe fatto alcuna fattura per questi medicinali. Dopo la morte del 60enne, infatti, i familiari hanno voluto vederci chiaro riguardo le costose cure del dottor Rizzi.

Con diverse prove audio e fotografie, con tanto di dimostrato primo pagamento, hanno quindi portato all’arresto del medico per concussione aggravata e continuata. Non solo, anche la compagna dell’uomo, l’avvocatessa barese Maria Antonietta Sancipriani è risultata fra gli indagati.

“La vittima si è sottoposta ad una cura definita ‘promettente’ dal professionista, con iniezioni settimanali, di un farmaco (gratuito) che si è rivelato poi inconferente rispetto alla patologia”.

Queste le parole del legale rilasciate dopo l’arresto dell’uomo, avvenuto su ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del
Tribunale di Bari, Giovanni Anglana, su richiesta del pubblico ministero, Marcello Quercia.

Alcune iniezioni sarebbero state fatte al centro Caf di Bari

Secondo la Procura di Bari, infatti, l’uomo ha approfittato della sua posizione di dirigente medico presso il Dipartimento di oncologia dell’Istituto Tumori “Giovanni Paolo II” di Bari per seguire il paziente in orari professionali che fuori turno.

Per quanto riguarda le iniezioni, esse avvenivano sia nella struttura ospedaliera che in maniera illegale presso il centro Caf di Bari, dove Rizzi ha ottenuto l’accesso grazie alla compagna.

Leggi anche —> Morte Davide Astori, il medico Galanti condannato ad un anno per omicidio colposo