Carrara, turista 24enne sotto choc è stata stuprata: in stato di fermo un coetaneo

Nel racconto della giovane che ha subito la violenza, la chiara descrizione che ad avvicinarla sia stato un’extracomunitario.

La ragazza è certa che il giovane non fosse di nazionalità italiana, ma chiaro di pelle e dell’età approssimativamente come la sua.

Stuprata turista vicino al mare

Dopo aver girato in visibile stato di choc, la giovane è stata soccorsa da una guardia giurata che l’ha immediatamente accompagnata al più vicino pronto soccorso dove i medici avrebbero riscontrato sul corpo della giovane i segni di violenza subita.

Nella denuncia ai carabinieri di Carrara, la giovane turista di 24 anni straniera ha spiegato con sgomento come si sono svolti i fatti:

“Ammiravo il mare, mi hanno buttata a terra e stuprata”.

Per quanto le indagini siano al momento ancora nella fase iniziale, è giunta la conferma dell’avvenuto fermo fa parte della polizia giudiziaria per lo stupro della studentessa di origini tedesche.

Lo stupro sarebbe avvenuto nella notte tra domenica e lunedì scorsi, mentre la giovane si trovava vicino a una spiaggia di Marina di Carrara, infatti la studentessa di Berlino si trovava di passaggio a Carrara, dove avrebbe fatto una sosta prima di raggiungere alcuni amici che la attendevano in un’altra località.

La sera di domenica la giovane  avrebbe deciso di fare un bagno al mare e poi di fare una cena al sacco in una piazzetta poco lontano dalla spiaggia.

Leggi anche -> Funivia, chi sono i 3 arrestati: hanno ammesso le loro colpe, non volevano rimandare la riapertura

Un fermo tra gli extracomunitari della zona

Mentre è del pomeriggio di martedì, che dopo aver raccolto le prime testimonianze della giovane che sono partite le indagini dei carabinieri che hanno dato luogo al  fermo per un giovane di origini straniere.

Come riferisce anche il Corriere fiorentino, dopo essersi riavuta dallo choc spiegava l’accaduto, che era di carnagione chiara, non italiano, che si era avvicinato a lei chiedendo una sigaretta.

Con queste informazioni gli uomini dell’Arma dei Carabinieri, individuavano un gruppo di extracomunitari che erano “nuovi della zona” i quali da poco avevano iniziato a lavorare a Marina di Carrara.

Le ricerche degli agenti si sono concentrate sui ritrovi abituali di extracomunitari e case abbandonate o di fortuna. Per ora si attende il riscontro visivo con la giovane che non è ancora previsto, fondamentale sarà il riconoscimento dell’uomo da parte della ragazza.

Ti potrebbe interessare anche: Abusi sessuali su due bambini di 6 e 8 anni: arrestato 50enne di Torino. Trovati oltre 9mila video