L’infermiera e il piccolo Matteo, colpito dal Covid a 7 mesi: la foto-simbolo di una lotta che ha commosso tutti

A raccontare la profonda umanità e la professionalità dello staff sanitario dell’ospedale Salesi di Ancona, è stata la madre del bambino, che ha condiviso il commovente scatto.

la foto commovente dell'infermiera e del piccolo Matteo

Il piccolo è stato ricoverato lo scorso 3 marzo per un delicato intervento chirurgico all’intestino, reso ancor più complicato dalla positività al coronavirus.

La storia del piccolo Maurizio

Si chiama Matteo Maurizio Pinti e a soli 7 mesi ha già dovuto affrontare una duplice battaglia, da cui è uscito vincitore.

Il piccolo è stato ricoverato all’ospedale Salesi di Ancona per sottoporsi ad un delicato intervento chirurgico all’intestino.

Contemporaneamente però è risultato positivo al Covid insieme alla madre, che, almeno inizialmente, non ha potuto stargli vicino.

Ad occuparsi del piccolo Matteo ci hanno pensato medici ed infermieri del reparto di anestesia e rianimazione del nosocomio marchigiano.

La foto che ha commosso tutti

In particolare, nello scatto che poi è arrivato alla mamma del bambino e che lei ha immediatamente condiviso, si vede un’infermiera, tutta bardata nella sua tuta, seduta sul letto accanto a Matteo.

In una mano tiene il ciuccio, con l’altra accarezza il bambino, per comunicargli tutto l’amore cui il piccolo è stato costretto a rinunciare nei giorni di degenza.

“Quella stupenda foto è un simbolo dell’abbraccio protettivo al mio bambino”

ha raccontato Roberta Ferrante, mamma del piccolo Matteo.

Un abbraccio simbolico, che lei stessa, per molti giorni, non ha potuto dare al suo bambino, fino a quando non è arrivata la chiamata dall’ospedale e le è stato consentito di varcare la porta che la separava da Matteo.

“A casa è stato un inferno, aspettando la chiamata dall’ospedale per tornare da lui, poi arrivata finalmente. Essendo ancora positivi ci hanno messo a me e al bambino in una stanza isolata, sigillata, col personale che entrava solo lo stretto necessario”

ha raccontato ancora la donna.

Leggi anche –> Dramma ad Avellino, si toglie la vita a 19 anni lanciandosi da un ponte

Ora finalmente il piccolo Matteo sta bene ed è tornato a casa.