Variante brasiliana: preoccupa l’aumento di casi nel senese

A Monteroni D’Arbia, in provincia di Siena, le scuole sono state chiuse per un aumento di contagi da covid nella sua variante brasiliana.

variante brasiliana

In via prudenziale, a causa dell’aumento dei casi di variante brasiliana, tutti gli studenti saranno sottoposti a screening.

Scuole chiuse ed allenamenti sospesi

In provincia di Siena dilaga la variante brasiliana del covid. Nel piccolo paese di Monteroni D’Arbia l’amministrazione comunale ha deciso di chiudere tutte le scuole, di ogni ordine e grado, e di sospendere le attività sportive di gruppo.

Già dalla scorsa settimana, alcune classi erano finite in quarantena per via di alcuni casi positivi. Alcuni istituti, perciò, avevano dovuto chiudere i battenti per procedere alla sanificazione straordinaria. Si tratta della scuola Media Renato Fucini.

Gli studenti erano potuti rientrare soltanto per poche ore, lo scorso 16 febbraio, quando poi arrivò la notizia di un caso di variante brasiliana.

Oggi, il sindaco di Monteroni D’Arbia, Gabriele Berni, ha scelto la linea prudenziale sospendendo anche gli allenamenti. C’è la consapevolezza di dover stare molto attenti. Tutti gli studenti ed i docenti potrebbero vedersi prescrivere la quarantena obbligatoria, nelle prossime ore.

Come si legge su RadioSienaTv il sindaco ha affermato:

“fondamentale che tutti utilizzino le precauzioni necessarie: rimanere nella propria abitazione, mantenere il distanziamento, utilizzare i dispositivi di protezione individuale, sanificazione delle mani e dei luoghi”.

A partire da oggi, si inizierà uno screening totale degli studenti. Successivamente, si deciderà se creare un’altra mini zona rossa.

Crescono i casi in tutta la Toscana

Intanto, in tutta la Toscana, che la settimana scorsa è tornata arancione, continuano a crescere i dati. Come ieri, anche oggi i nuovi contagi sono attorno alle 1000 unità in più. Si tratta dei dati peggiori da dicembre 2020.

Per il correre veloce dell’epidemia, a partire dal 26 la regione potrebbe diventare zona rossa. Dallo scorso lunedì i numeri sono in crescita con 2.601 nuovi positivi, contro i 2.083 dei giorni della settimana precedente. L’indice Rt della Toscana la settimana scorsa era di 1,20. La zona rossa potrà scattare con Rt pari a 1,25.